Il flusso di lavoro per lo styling della fotografia alimentare

0

Il successo di qualsiasi servizio fotografico dipende dai tempi e dall’organizzazione dei vari elementi del flusso di lavoro. Ci sono così tante cose da ricordare quando si scatta. Nel caso della fotografia di cibo, dimenticare un dettaglio può fare la differenza tra una grande foto e una scandente o semplicemente anonima. Ecco i miei consigli su cosa considerare durante ogni fase delle tue sessioni di fotografia di cibo e il relativo styling della fotografia alimentare.

Styling della fotografia alimentare: scegli l’obiettivo giusto

Come con qualsiasi genere di fotografia, scegliere l’obiettivo giusto per quello che stai cercando di ottenere è essenziale. Nella fotografia alimentare, puoi ottenere molto da un paio di obiettivi chiave.

Uno di questi è a Obiettivo macro 100mm / 110mm, se stai scattando con una fotocamera con un sensore a pieno formato. Le funzionalità macro ti permetteranno di scattare foto ravvicinate di ingredienti o piatti, ma puoi anche fare un passo indietro per scattare bellissimi “ritratti di cibo“. Questo può renderlo un obiettivo davvero versatile.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Un altro obiettivo importante è a 50 millimetri. Questi ti consentirà di scattare foto dall’alto ed è una buona lente anche per i ritratti di cibo. Basta tenere presente che su una full frame, un 50mm è in realtà un obiettivo grandangolare (sempre per la fotografia di cibo). Potrebbe essere necessario utilizzare sfondi di grandi dimensioni e potresti anche ottenere distorsioni quando scatti con un angolo di 3/4, un altro buon motivo per avere macro da 100 mm nel tuo kit.

Un obiettivo da 35 mm è più adatto per scatti dall’alto e per catturare grandi quantità di cibo. Se hai un buon budget da parte, ti consiglio di 24-70mm, poiché è un eccellente obiettivo fotografico per tutti gli alimenti…anche se costoso.

styling della fotografia alimentare
Shutterbug75 / Pixabay

Controlla le impostazioni e l’esposizione della fotocamera

Se vuoi fotografare il cibo, è meglio impostare la fotocamera per scattare Immagini RAW. Le immagini JPEG vengono elaborate, il che è utile, ma hanno una gamma di colori molto limitata rispetto a un file RAW. Diminuiscono anche in termini di qualità ogni volta che li ritocchi, mentre puoi modificare le immagini RAW quanto basta senza perdere informazioni importanti.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Fai il possibile per ottenere la migliore esposizione nella fotocamera. Fare le cose nella fotocamera ti fa risparmiare un sacco di tempo nella fase di post-produzione. È molto più difficile e dispendioso in termini di tempo cercare di sistemare le cose in post-produzione, e non puoi sempre ottenere un risultato così buono come faresti se ti prendessi il tempo giusto per ottenere le cose direttamente nella fotocamera.

Quando si scatta con luce naturale, imposta il bilanciamento del bianco su Auto e correggilo in post-produzione, se necessario. Se scatti con il flash, assicurati di impostarlo sul bilanciamento del bianco diurno.

Se stai utilizzando la luce artificiale, imposta il tuo ISO a 100. La tua velocità dell’otturatore non deve superare la velocità di sincronizzazione della fotocamera con il flash (circa 200).

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Quando scatti con la luce naturale, utilizza un treppiede e riduci la velocità dell’otturatore per tenere conto delle condizioni di luce più basse anziché aumentare i valori ISO, cosa che darebbe alle immagini un rumore indesiderato.

styling della fotografia alimentare
joshuemd / Pixabay

Sfrutta la luce

Prima di mettere il cibo da fotografare sul tavolo, fai una prova di illuminazione con un esempio (per esempio di cartone) di forma e dimensioni simili al piatto che stai per fotografare. Il cibo appasciscemolto rapidamente, quindi evita di metterlo sotto le luci mentre fai dei test e armeggi con le tue luci.

La luce morbida di solito è la cosa migliore per la fotografia di cibo, quindi usa un diffusore, una pellicola o un tessuto traslucido per diffondere la luce. Nella maggior parte dei casi, la luce direzionale (proveniente da una direzione) avrà un aspetto migliore. Usa il cartone nero per creare ombre, cartone bianco o riflettori per illuminare la luce o riempire le ombre.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

La luce dovrebbe provenire dal lato, dalla parte posteriore o da qualche parte nel mezzo per essere più appetibile per il cibo. Non usare mai la luce anteriore: ha un bell’aspetto nei ritratti, ma è troppo piatta per il cibo e causerà ombre indesiderate sul tuo set.

styling della fotografia alimentare
Free-Photos / Pixabay

Scegli le giuste superfici e fondali

Lo styling della fotografia alimentare include anche le superfici. La tua superficie è ciò su cui poni il cibo. Lo sfondo è ciò che si staglia dietro la tua scena.

Gli sfondi e le superfici leggermente strutturati aggiungono più dimensione e interesse. Ma non esagerare: troppa roba toglie interesse al cibo.

Evita gli sfondi o le superfici in legno che hanno un tono arancione, che non è attraente con il cibo. La maggior parte del cibo ha una tonalità calda, quindi uno sfondo fresco o neutro lo farà esaltare. Uno sfondo caldo con cibi caldi può sembrare datato e vetusto.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Quando si scelgono fondali personalizzati, evitare quelli che sono lucidi o riflettenti. Vernice metallizzata, marmo nero e simili saranno molto difficili da lavorare. Anche molte vernici opache finiscono per avere dei riflessi, quindi prima esegui un test per vedere se ci son problemi.

Diventa creativo con le tue superfici e fondali. Tovaglie, carta velina, carta per artigianato, tela, lino, garza sono tutte cose economiche con cui fabbricare un fondale.

styling della fotografia alimentare
joannakkphotography / Pixabay

Scegli gli oggetti di scena giusti

La chiave è non caricare eccessivamente la scena. Uno o due oggetti di scena sono spesso tutto ciò di cui hai bisogno a meno che tu non stia raccontando una storia di cibo più ampia come una tavola imbandita di tutto punto. Troppi oggetti di scena distraggono dal cibo, che dovrebbe essere il soggetto principale.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

È anche fondamentale utilizzare stoviglie e posate di dimensioni ridotte. le punte delle posate spesso possono apparire in foto molto più grandi di quanto non siano realmente e dominare l’immagine. Puoi anche usare a filtro polarizzante per ridurre le riflessioni, anche se perderai 1-2 stop di luce.

Suggerimenti per lo styling della fotografia alimentare

Usa contorni, erbe, condimenti, briciole e cose similari per creare interesse e consistenza sul tuo set. Usali con parsimonia però, per evitare un aspetto disordinato. Mantieni fresche le erbe mettendole tra fogli di carta bagnati. Puoi anche metterli in un barattolo di vetro riempito d’acqua per farli durare più a lungo.

Quando condisci le insalate, fallo all’ultimo minuto e tieni sempre a portata di mano condimenti e salse extra pronti da mettere sui tuoi cibi.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Un ottimo consiglio utilizzato dagli stilisti professionisti del cibo è l’uso dell’acido citrico, un prodotto ottimale per mantenere l’aspetto fresco. Basta dissolverlo in acqua e immergere frutta e verdura nella soluzione per una mezz’ora. Per mantenere un aspetto fresco dei prodotti senza far evaporare rapidamente le goccioline d’acqua su di esso, utilizza la glicerina mescolata con acqua e spruzzala sugli oggetti.

Un fotografo gastronomico dovrebbe sempre avere un kit per lo styling alimentare come pennelli, bastoncini di cotone, spruzzatori d’acqua, cannucce, pinzette, tovagliolo di carta e panni puliti.

fotografia alimentare
elizadean / Pixabay

Sii consapevole della composizione

La Composizione è un argomento importante e può avere un grande impatto sulla tua fotografia di cibo. Senza di essa, l’occhio perde interesse per ciò che è nella foto.

Durante le sessioni di scatto, controlla di non avere troppo spazio vuoto e riorganizza la tua composizione in tal senso. Puoi anche fare i ritagli in post produzione, se ti ritieni più “sicuro”. Ricorda che numeri dispari di elementi creano equilibrio e armonia, mentre i numeri pari competono tra loro e indeboliscono l’impatto dell’immagine. Esistono molti altri principi di composizione, come le linee guida, motivi, ripetizioni e texture.

Anche il colore fa parte della composizione, quindi pensa attentamente a come i colori dei tuoi oggetti di scena e dei fondali completano il tuo cibo.

I colori che si trovano di fronte alla ruota dei colori sono chiamati “colori complementari” e sono particolarmente gradevoli alla vista.

Scatta la tua foto

È meglio scattare con un treppiede e collegare la macchina al tuo computer o laptop in modo da poter visualizzare sullo schermo una rappresentazione più ampia e accurata della tua immagine.

Se lavori con i clienti, si aspetteranno che tu scatti collegato ad un computer. Dovrai essere in grado di mostrare loro ogni immagine e ottenere la loro approvazione prima di passare allo scatto successivo per evitare che tornino da te, dicendo che non gli piaceva l’immagine.

Per quanto riguarda l’apertura in generale, f/5.6 o f/8 è un buon valore predefinito per gli scatti di cibo. Puoi avere un bel bokeh.

Mentre scatti, non dimenticare di scattare un’immagine di prova con una scheda grigia o Color Checker in modo da avere un corretto bilanciamento del bianco.

cibo
marckbass8 / Pixabay

Styling della fotografia alimentare: messa a fuoco e angolo

Per ottenere la messa a fuoco e l’angolazione corretti, pensa a quale sarebbe la posizione migliore per integrare il cibo e mostrarlo al meglio.

Gli scatti dall’alto sono i più grafici e funzionano per molti tipi di cibi piatti, come la pizza. Sono anche un ottimo modo per ottenere più elementi nello scatto perché la profondità si appiattisce.

Usa gli angoli più bassi per cibi alti, come hamburger. Tieni presente che gli angoli inferiori creano più lucentezza superficiale. In generale, di solito si desidera concentrarsi sulla parte anteriore del cibo.

Post produzione

Se usi Lightroom, lavora su copie virtuali dei tuoi file e mantieni intatto l’originale. Organizza le tue immagini in collezioni e inserisci metadati che ti aiuteranno a trovare determinate immagini in base a parole chiave e altri attributi.

Esegui sempre il backup dei file RAW e del lavoro in almeno tre posizioni, tra cui su un sistema di backup cloud.