Quando usare il flash

0
148

Alcuni fotografi si oppongono all’idea di utilizzare il flash o i modificatori di luce. A volte perché non si adatta al loro stile, a volte perché non si sentono a proprio agio nell’uso del flash. Mentre noi fotografi spesso amiamo la sensazione di luce naturale e soffusa, sapere come utilizzare la luce artificiale o quando usare il flash può essere di grande valore in ambienti poco illuminati.

Per non parlare del fatto che tale conoscenza ed essere pronti a superare compiti impegnativi in quasi tutti gli ambienti può aumentare la fiducia e dare tranquillità quando si lavora sul campo. In questo articolo, vorrei esaminare le situazioni in cui il flash dovrebbe essere utilizzato e come può funzionare a nostro vantaggio. Si prega di notare che non sto esaminando le basi della fotografia con il flash – l’articolo presuppone che si comprenda la relazione del flash con ISO, velocità dell’otturatore e apertura del diaframma.

Quando usare il flash: Interno

Illuminazione di sale da ballo, chiese, aree per matrimoni e ricevimenti aziendali

Come professionista, un fotografo dovrebbe avere almeno il piano di illuminazione di base per poter catturare la giornata con facilità. Le DSLR di fascia alta possono essere abbastanza flessibili da catturare immagini in ambienti scarsamente illuminati, ma è un gioco di compromessi. Se i livelli di luce sono troppo bassi, si dovrà avere a che fare con immagini sfocate a causa della sfocatura del movimento/scuotimento della fotocamera, oppure si dovrà aumentare il livello ISO troppo alto, che ovviamente aumenta il rumore, incasina i colori e riduce notevolmente la gamma dinamica. In breve, si lasciano pochissime opzioni per la post-elaborazione. Per evitare questo e potenzialmente ridurre il tempo di post-elaborazione e altri mal di testa, perché non usare invece il flash? Si può iniziare con una configurazione semplice, con il flash montato sulla fotocamera, oppure si può diventare più creativi e usare il flash in una configurazione fuori dalla fotocamera per far apparire le immagini più drammatiche ed equilibrate.

quando usare il flash
Photo by Nikolas Behrendt on Unsplash

Le sale da ballo per matrimoni, le chiese e le aree di ricevimento tendono ad avere una luce non proprio ideale. L’idea è quella di poter creare una fonte di luce primaria che sia più luminosa e più piacevole della luce ambientale fioca. Generalmente, le chiese non permettono l’uso del flash durante le cerimonie e bisogna discutere l’uso della luce artificiale con i funzionari della chiesa prima che la cerimonia abbia luogo. Ma è sicuramente possibile utilizzare stroboscopi e modificatori di luce in altri luoghi.

Allora, qual è l’impostazione di base? Se avete soffitti bianchi non troppo alti, potete montare il flash sulla vostra DSLR e far rimbalzare la luce sul soffitto o sulle pareti bianche vicine. Se le pareti/soffitto sono di colori diversi, non raccomando affatto di far rimbalzare il flash. Ricordate che la luce assumerà il colore del luogo da cui viene fatta rimbalzare. Le pareti verdi creeranno un bel colore verde della pelle sui vostri soggetti.

Ogni fotografo più o meno serio riguardo al tempo trascorso durante l’evento e più tardi in post-processing, dovrebbe portare con sé un cartoncino di rimbalzo (che occuperà una quantità minima di spazio nella borsa). Se vi capita di dimenticarne uno a casa o in studio, non esitate a crearne uno di carta bianca. Prendete un nastro adesivo per lo scotch (elastico, nastro adesivo, ecc.) per montare la vostra scheda di rimbalzo fatta a mano sul flash e voilà – avete una fonte di luce molto migliore del flash diretto.

Una configurazione più complessa comporta l’allontanamento della fonte di luce dalla fotocamera, comunemente chiamata “flash fuori dalla fotocamera”. Potreste impostare un paio di luci che illumineranno l’area da più lati/angolazioni. Impostando un flash dietro il soggetto come luce di bordo e un singolo flash che rimbalza o che scatta attraverso un ombrello, si potrebbero creare grandi immagini in ambienti interni. Con i moderni sistemi di fotocamere, è possibile controllare entrambi direttamente dalla fotocamera con trasmettitori a infrarossi o radio.

quando usare il flash
Photo by Mahjur Ahmed on Unsplash

Dettagli fotografici all’interno

Se sei un fotografo di eventi, parte del tuo lavoro è fotografare i dettagli per i fornitori che hanno fatto accadere quel particolare evento. I fornitori variano e non sono limitati a wedding planner, fioristi, panettieri, ecc. In qualità di fotografo di eventi, ci si aspetta che catturi bene questi dettagli. Per quanto riguarda l’illuminazione dei dettagli, potreste non aver bisogno di più di quello che avete per illuminare le sale da ballo, ma lavorare con oggetti fissi è molto più facile, dato che non si muovono e non parlano. Se volete evitare di usare il flash in queste circostanze, dovete assicurarvi di fotografare almeno in un luogo semi illuminato. Ciò di cui avete bisogno è un treppiede e una fotocamera impostata per un tempo di posa più lento. Questo processo farà in modo che la fotocamera raccolga una luce sufficiente per produrre una foto nitida ed equilibrata. Una cosa che non farà, è accelerare il processo. Se volete dimezzare il vostro tempo ed essere più veloci nel fotografare i dettagli, la vostra unica altra scommessa è quella di illuminare correttamente la vostra area di lavoro. A questo scopo, potrebbe essere sufficiente un flash sulla fotocamera che rimbalza su un cartoncino bianco. Ma si può andare un po’ più complesso con la luce posteriore fissa e riempire la luce di lato per un look più bilanciato / professionale.

quando usare il flash all’esterno

Fill Flash – quando il soggetto è scarsamente illuminato

La maggior parte dei fotografi non si preoccupa del flash all’aperto. Mentirei se dicessi che non sono uno di loro. Amo la luce naturale e non c’è niente di più facile che individuare un grande sfondo con una buona ombreggiatura. Per non parlare del fatto che si fotografa nel tardo pomeriggio, quando la luce è più bella che mai. Ma con il progredire della giornata, la vostra macchina fotografica inizierà a fare fatica a stare al passo con la luce disponibile. Dovrete iniziare a pensare di usare una luce alternativa per portare a termine il lavoro. Imparare a impostare le luci in situazioni come queste è molto importante. Per quanto i raggi del sole possano creare problemi mentre si fotografano i soggetti, l’assenza del sole e quindi una buona luce ambientale sarebbe altrettanto dolorosa. Proprio come fotografare in interni, potrebbe essere necessario esporre i soggetti con una fonte di luce artificiale.

quando usare il flash
Photo by Alex Perez on Unsplash

Riempire con il flash – quando si scatta in controluce

Fotografare soggetti retroilluminati può creare una bella separazione e portare più profondità alle immagini. Ma dovete anche sapere che se il soggetto è fortemente retroilluminato (ad esempio con il sole alle spalle), il lato opposto del soggetto in cui vi trovate potrebbe essere sottoesposto. Mentre è possibile portare un riflettore (e potenzialmente un assistente per tenerlo in mano) per aiutare ad ottenere un’esposizione più equilibrata dalla parte anteriore, anche il flash di riempimento può fare miracoli. Un’unica luce diffusa posizionata lontano dalla fotocamera farebbe il lavoro. Di solito uso un ombrello di medie dimensioni o un softbox su un supporto.

Sunny Day – sopraffare il sole per evitare punti caldi e ombre intense

Poi viene il problema di fotografare nelle giornate di sole, di solito nel pomeriggio, quando il sole è direttamente sopra la testa. Anche se alcune cose meravigliose possono essere fatte con una luce dura, fotografare ritratti può non essere così piacevole in questi casi. Proprio come fotografare in controluce, vi consiglio di tirare fuori un semplice ombrello o una softbox e dare il via al gioco. Posizionare correttamente il flash aiuterà ad evitare brutte ombre sui volti delle persone (avete mai visto “occhi di procione”?), lasciando i soggetti splendidamente esposti.

Evitare i colori ambientali sulla tonalità della pelle del soggetto

Lavorando con i riflettori naturali, ci si imbatte sempre in un problema in cui il soggetto assume il colore della superficie riflettente. Incontro gli stessi problemi mentre fotografo, e di sicuro potrebbe essere una seccatura durante la post-elaborazione. Anche se non c’è cura per questo nella fotocamera, è possibile ridurre questo effetto utilizzando un riflettore proprio accanto al soggetto. È anche possibile utilizzare il flash di riempimento (ombrello, softbox o altro modificatore) per illuminare il soggetto, che lo isolerà più o meno dal resto dello sfondo e ridurrà i riflessi di colore. Trovo che l’uso del flash sia spesso più facile di un riflettore in queste situazioni, soprattutto quando voglio illuminare i miei soggetti da diverse angolazioni.

quando usare il flash
Photo by Adrien Ledoux on Unsplash

Divertirsi aggiungendo colori diversi alle immagini con i gel

Indipendentemente da quanto frenetica possa essere la giornata, lasciatevi un po’ di spazio per essere un po’ creativi ad ogni evento che fotografate. Vi consiglio di iniziare con qualcosa di molto semplice e di avanzare gradualmente man mano che iniziate a capire un po’ di più la vostra attrezzatura. Se state fotografando un matrimonio, probabilmente lavorerete una lunga giornata con qualsiasi cosa vi venga in mente. Dato che non possiamo prevedere cosa potrebbe accadere con il tempo, gli alloggi e altre cose non pianificate, potreste non essere interessati a provare qualcosa di nuovo. Ma vi prego di darvi un po’ più di credito e di spingere i vostri limiti. Quando io e Nasim fotografiamo i matrimoni, ci promettiamo di fare qualcosa di un po’ diverso ad ogni matrimonio. Non è qualcosa di drastico, ma qualcosa di un po’ diverso da ogni altro matrimonio. Di solito puntiamo a un look speciale. Un’idea è molto più facile da inserire in un giorno frenetico del matrimonio e facile da completare. Eseguendo questi mini progetti durante il periodo di crisi, si sa di cosa si è capaci quando si deve essere creativi su richiesta.

Conclusione

Il flash vi aiuta ad usare un’altra dimensione nella vostra fotografia. Anche se a volte non si ha altra scelta che usare il flash, incoraggio ogni fotografo là fuori a lasciare un po’ di spazio alla creatività. Indipendentemente dal tipo di fotografia che fate, è solo un’altra abilità che vi terrà impegnati e motivati a fare qualcosa di diverso.