- Pubblicità -
Home Come Fare Come Fare (tutorial) 13 consigli per fotografare i neonati

13 consigli per fotografare i neonati

3926
- Pubblicità -
- Pubblicità -

I neonati sono uno degli spauracchi dei fotografi: fotografare i neonati e riuscire a fare degli scatti decenti è particolarmente complicato e complesso. E non tanto per la difficoltà del soggetto, quanto per l’attitudine di quest’ultimo verso le fotografie in genere. Prendete i neonati per esempio: essere in grado di attirare la loro attenzione è un’impresa, così come mantenere l’attenzione di un bambino per più di pochi secondi. In ogni caso, esistono sempre delle soluzioni, o dei modi per centrare il proprio obiettivo: fare fotografie ai bambini. Vediamo di seguito 13 suggerimenti per fotografare i neonati che potrebbero tornarvi utili.

1: Fotografate quando il bambino è felice

I bambini fanno poche richieste, ma quelli che fanno sono importanti: principalmente cibo e sonno. Se si vuole fotografare un bambino al meglio, cercate di concentrare le vostre fotografie dopo appunto un pisolino o la pappa. Normalmente, nell’ora successiva al sonno o al cibo, i neonati saranno più tranquilli, molto più propensi a sorridere e quindi degli ottimi soggetti fotografici. Allo stesso modo, i bambini appena svegli alla mattina sono molto più attivi e ben disposti, situazione che tende a peggiorare con il passare del tempo: in serata è molto più probabile che il neonato sia difficilmente gestibile con difficoltà nel trovare una buona inquadratura o semplicemente una bella posa dello stesso.

fotografare i neonati
By: jamie SolorioCC BY 2.0

2: Fotografare in neonati – siate pazienti

I neonati in grado di reggersi da soli sulle braccia sono probabilmente il soggetto migliore: si tratta di soggetti ancora non in grado di sfuggirvi e con delle espressioni facciali straordinarie. I bambini che cominciano a tirare su la testa esprimono stupore, sorpresa, sforzo, fatica ma anche gioia e tanti piccoli sorrisi. Una quantità infinita di espressioni tra le quali scegliere. Ovviamente riuscire a fare una fotografia come vorremmo che fosse richiede tempo e tanta pazienza: mettere fretta ad un neonato non è possibile, così come non ha senso sistemare la posa stessa. Aspettate che il neonato si sistemi da solo e catturate i momenti più belli della scoperta della sua capacità motoria.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

fotografare i neonati
By: Victoria JohnsonCC BY 2.0

3: non usate il flash

Sembra ovvio, a posteriori, ma spesso non ci si pensa in fase di scatto: il flash non è una cosa buona, soprattutto se non disponete di un’unità esterna. A parte il problema che le foto realizzate con il flash sono troppo dure e piatte, il flash spaventa i bambini. Cercate sempre di utilizzare fonti di luce fisse o naturali (una finestra ma anche la luce di una lampada). Nel caso siate costretti ad utilizzare il Flash, dotatevi di un diffusore per rendere la luce quanto più morbida possibile. Nel caso di flash esterno, puntatelo verso l’alto in modo da utilizzare il soffitto della camera come riflettore ed ottenere un effetto ottimale di distribuzione della luce. Altra opzione molto importante è quella di utilizzare il flash in maniera remota, ovvero posizionato lontano dall’obiettivo della fotocamera in modo da che il bambino non venga in alcun modo attirato (o disturbato) dalla luce del flash stesso.

4: Fotografare i neonati – Mamma e papà

E ‘essenziale, quando si procede con il fotografare i neonati, che mamma o papà siano a portata di mano. Ciò manterrà i bambini a proprio agio. Sistemate i genitori (se non siete voi uno di loro) alle vostre spalle e chiedete loro di attirare l’attenzione del bambino con sciocchi, rumori, suoni…insomma qualunque cosa possa aiutare il bambino a guardare nella vostra direzione.

fotografare i neonati
By: jamie SolorioCC BY 2.0

5: sottoesporre per foto insolite

Per un effetto surreale con i bambini, spegnete le luci e usate solo la luce naturale. Spostate un divano accanto ad una finestra e mettete un asciugamano scuro su uno dei cuscini, quindi appoggiateci sopra il bambino. Con una sotto-esposizione di due o tre stop, lo sfondo (divano e asciugamano) dovrebbero essere totalmente sottoesposti (nero) mentre il bambino, a causa del potere riflettente della pelle, risulterà ben delineato ed esposto. L’effetto che ne otterrete è quello di un bambino fluttuante, privo di qualsivoglia appoggio. Una foto sempre molto bella e molto ricercata quando si fanno fotografie di bambini altrui.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

6: Preparatevi

Se state progettando una sessione per fotografare i neonati a casa di un cliente, ricordatevi che che il tempo necessario per ottenere dei buoni risultati è molto simile a quello necessario per la fotografia di matrimonio, quindi non abbiate fretta e non prendete più di un impegno al giorno. In aggiunta, molto più che ad un matrimonio, avrete bisogno di portare con voi un po’ di roba che vi sarà sicuramente utile durante la sessione fotografica. La cosa migliore è che vi prepariate, qualche giorno prima della sessione fotografica, un borsone con dentro una sorta di toolkit così composto:

  • Fotocamera e fotocamera di backup
  • Due o tre schede di memoria formattate
  • Almeno tre lenti, di cui una a focale fissa intorno ai 35mm ed una macro
  • alcuni giocattoli
  • Un fondale fotografico
  • Una piccola stufetta
  • Uno Sgabello
  • un cuscino Boppy (per le pose)
  • un cambio di vestiti per voi (in caso di un disastro)
  • Oggetti di scena (cesti, casse, ecc …)
  • Grandi coperte per gli sfondi
  • Piccole coperte morbide
  • Dei tamponi
  • Delle fascette/cuffiette per i capelli
  • Della musica soft, magari installata sul vostro smartphone da abbinare a dei diffusori portatili

Dal momento che le sessioni dedicate a fotografare i neonati possono durare anche oltre 4 ore, mangiate prima di partire per raggiungere il luogo designato. Vestitevi leggeri: la casa/set dove andrete sarà necessariamente calda.

fotografare i neonati
By: Eric FlemingCC BY 2.0

7: Fotografare in neonati – preparate il cliente

Il modo migliore per garantire una sessione fotografica di successo per un neonato è quello di assicurarsi che il cliente sappia cosa aspettarsi e come prepararsi al meglio per la sessione. Inviate i vostri suggerimenti su come prepararsi un paio di giorni prima della sessione fotografica in modo che i genitori siano pronti a ricevervi: come vestire il bambino, come sistemare la casa, la temperatura giusta, quando far mangiare il bambino. Altra cosa fondamentale è comunicare la durata approssimativa della sessione, quante foto vorrete ricavarne e le differenti scenografie che volete mettere il piedi. Ricordatevi anche di includere delle pause tra una scena e l’altra in modo che il bambino possa essere coccolato dai genitori o allattato nel caso sia necessario.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

fotografare i neonati
By: Vinoth ChandarCC BY 2.0

8: Lasciate che il bambino vi ispiri

Per fotografare i neonati l’ispirazione è ovunque. Non dovete solo programmare gli scatti a tavolino ma cercate di capire, nel momento della sessione fotografica, quali sono i punti di forza del vostro soggetto: è particolarmente sorridente? Ha le labbra carnose? Ha un sacco di capelli? Ha delle fossette tirabaci? Individuate dei punti o degli aspetti che vi attirano in modo particolare e inventate al momento delle scene, al fine di mettere in risalto questi aspetti particolari

Lasciate che il bambino si muova, sbadigli, faccia stretching. I bambini hanno meravigliosi, perfetti, hanno movimenti dolci: approfittate di ciò ed evitate di forzare delle pose che avete in mente.

Un suggerimento per quanto riguarda le pose è quello relativo alle mani: i neonati tendono sempre ad avere le mani chiuse a pugno. Provate ad aprirle: per quanto sarà difficile farlo, il risultato vi saprà ripagare. Le mani aperte aggiungono un tocco di tranquillità all’immagine.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

fotografare i neonati
By: Lauren NelsonCC BY 2.0

9: Occhio all’apertura

Molti fotografi di ritratti amano scattare alla massima apertura (f/1.2 e f/1.4). Tuttavia, quando il nostro obiettivo è fotografare i neonati, è meglio non esagerare essendo in neonato un soggetto abbastanza imprevedibile. Meglio impiegare un’apertura come f/2 o f/2.2 in modo da avere una profondità di campo maggiore e quindi evitare che parte del bambino finisca fuori fuoco: un errore che spesso di commette con gli occhi del bambino, se questi non è in grado (e non è in grado) di restare immobile durante la composizione della scena e lo scatto della foto stessa.

10: Tempo di nanna

Quando il bambino dorme, cosa non rara durante il giorno, è il tempo di cambiare il vostro approccio fotografico, passando da un obiettivo tradizionale ad un obiettivo macro, con cui realizzare delle immagini “close-up” del pargolo. Quando il bambino dorme tende ad essere abbastanza immobile, il che vi permetterà di fotografare dei primi piani molto spinti, le labbra imbronciate, le orecchie, le dita dei piedi o le manine del bambino stesso. Immagini sempre molto belle ed adorabili, un ottimo contorno per uno shooting fotografico dei neonati. Ricordatevi che la messa a fuoco di una lente macro è molto precisa e delicata, quindi concentrate questo tipo di scatti durante la fase di sonno profondo in modo da evitare qualunque tipo di movimento del neonato.

fotografare i neonati
By: rumpleteaserCC BY 2.0

11: Incoraggiate la mamma a sistemarsi dinanzi la fotocamera

Le madri, molto più dei padri, sono restie a mettersi dinanzi la fotocamera, soprattutto se la linea non è stata ancora recuperata del tutto. Eppure non c’è nulla di meglio, di più straordinario e bello che fotografare la madre con in braccio il proprio figlio/figlia. Sia da un punto di vista artistico che di ricordo. Le madri passano i primi mesi a dedicarsi totalmente ai neonati: pappa, bagno, coccole, nanna…ore ed ore ad accudire i piccolini, cosa che con il tempo tende a diminuire, oltre che a sbiadire nella memoria. Ed allora cosa di meglio se non far vedere alla mamma, in un prossimo futuro, come lei era quando aveva il suo piccolo o piccola tra le braccia? Il suo sguardo, il suo sorriso: dei momenti di felicità pura che farà molto piacere rivivere a distanza di tempo.

12: Siate flessibili

Ricordate sempre che un neonato è il padrone di casa. E’ lui o lei che decide tempi e situazioni. Lui decide se e quando potete fotografare, se e quando potete inquadrarlo. Se volete fare foto del bambino che dorme, preparatevi a cambiare piano nel caso di dormire non ne abbia alcuna voglia.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Oltre ad essere flessibili, siate sicuri. Non mostrate indecisioni  e soprattutto arrivate preparati alla sessione fotografica. La mancanza di sicurezza verrebbe presa come un grande problema da parte dei genitori, con conseguente mancanza si fiducia nei vostri confronti. Il che renderebbe vana tutta la sessione fotografica.

fotografare i neonati
By: Joe MartinCC BY 2.0

13: Capire cosa vogliono i clienti

Ci sono due tipi di fotografia di neonato che si possono fare: quelle in studio o quelle nella vita reale (tipo a casa). Quando si programma una sessione per fotografare in neonati è fondamentale capire cosa vogliono i clienti (di solito i genitori) realmente: molto spesso vi chiederanno foto in studio perché non considereranno la loro casa all’altezza di un servizio fotografico, cosa che andrà ad incidere e non poco sia sulla fattibilità del progetto fotografico sia sulla valutazione del lavoro finale. Sta a voi fotografi far capire le differenze e soprattutto che un luogo non vale un altro. Ma quale sessione preferire e cosa dire ai genitori?

Sessioni  in studio: le sessioni in studio per fotografare i neonati in genere vengono effettuate entro le prime 2 settimane di nascita, quando il bambino è molto assonnato e interagisce molto poco. L’attenzione in questo tipo di sessione è sulla ricerca della perfezione, con il bambino agghindato e sistemato in modo da realizzare degli scatti ad effetto. Si tratta di un ambiente sconosciuto per il bambino, questo significa che, nel caso sia sveglio, ci potrebbero essere dei problemi di gestione dello stesso.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Stile di vita casalingo: un approccio molto più casual alla fotografia. Lo scopo è catturare immagini più naturali possibile del bambino nella sua casa. Meno preparazione ma soprattutto un ambiente familiare permettono al neonato di sentirsi più a suo agio e normalmente questo tipo di sessione dura anche meno.

- Pubblicità -
error: Il contenuto è protetto