COVID-19 e Fotografia – cosa cambia dal 4 maggio

0
202

Come tutti sappiamo, l’arrivo della pandemia COVID-19 ha fatto scattare, due mesi fa, il lockdown di tutta la nazione, fatta eccezione per pochissimi settori (quello alimentare, principalmente). Per, appunto, oltre due mesi, siamo rimasti chiusi in casa, nel tentativo (direi riuscito) di arginare la diffusione del Coronavirus e puntare diritti verso una riapertura.

connection, covid-19, coronavirus
Photo by geralt on Pixabay

Riapertura che, almeno parziale, comincia oggi 4 Maggio: oltre 4 milioni di italiani tornano al lavoro (principalmente nelle fabbriche) e si comincia a pianificare la riapertura dei negozi tra due settimane. Ma cosa succede ai fotografi e come cambiano le cose a partire da oggi?

Purtropp, ben poche sono le novità: con i matrimoni ancora a scatamento ridotto e gli eventi tutt’ora non organizzabili, quasi nessuno potrà tornare a fare la propria attività. Leggendo tra le righe del Decreto (e qui trovate le FAQ), è possibile fare attività sportiva, così come è possibile fare passeggiate, il tutto relativo alla “forma fisica”, ed è possibile spostarsi anche nella propria regione con mezzi di trasporto (anche propri). Ciò significa che non è possibile uscire con lo scopo di andare a fotografare.

Di contro, come accennato, è possibile passeggiare. Personalmente (e ripeto, personalmente), penso che durante l’attività motoria non sia un problema fermarsi a fare qualche fotografia (sempre senza esagerare), soprattutto considerando che ci si può spostare in luoghi “interessanti”. Ovviamente eviterò di fare uscite fotografiche mirate, ma considerando che ogni giorno corro per una decina di chilometri, è probabile che mi sposterò fuori città alla ricerca di posti meno inquinati (Milano, anche con poche auto, rimane comunque inquinata!) armato di zaino fotografico, pronto a catturare qualche bella immagine.

L’importante, in ogni cosa, è fare attenzione: alla distanza di sicurezza, al non sconfinare, all’uso delle protezioni individuali (mascherine e guanti dove richiesti) e soprattutto al non dare fastidio, specie se avete intenzione di fare attività motoria in città alla ricerca di foto di street photography.