Cosa sono i siti Photostock o i Microstock

I siti di photostock (o microstock) sono sorti da qualche anno in risposta all’esigenza di webmaster, editori e quanti necessitano di immagini o foto immediatamente disponibili e a costi accessibili.

Tutti gli addetti conoscono Corbis ma non tutti possono permettersi di spendere molto per avere immagini da usare nel proprio lavoro. Questi siti rispondono proprio a tale necessità. Per qualsiasi utente è possibile accedere alle banche dati di Fotolia, Dreamstime, istockphoto (per citare i più noti) e scaricare immagini di ottima fattura a prezzi contenuti oppure divenire contributor e caricare online i propri lavori in cambio di una percentuale dei guadagni in caso di vendita della nostra immagine. Non ci arricchisce ad intraprendere questa attività e i guadagni sono proporzionati alla qualità ed il numero dei lavori caricati. Utenti che esercitano la professione di fotografo e hanno un portfolio di diecimila immagini ovviamente avranno un guadagno rilevante e del tutto differente dall’appassionato di fotografia con cento immagini all’attivo sul suo profilo.
Iniziare questa attività può tuttavia essere un buon campo di apprendimento per migliorare le proprie abilità in campo fotografico. Le immagini di cui questi siti necessitano non sono quelle che si potrebbe immaginare rispondere a criteri artistici di bellezza bensì si tratta di lavori intesi come merce e rispondenti a criteri di un prodotto vendibile, scordatevi quindi di poter contribuire con immagini banali, mosse o sfocate per quanto esteticamente piacevoli. I soggetti più ricercati sono quelli in cui sono rappresentate persone intente azioni, foto ad alta risoluzione, immagini vettoriali, immagini disegnate al pc.
In generale possiamo dire che per tutti valgono una serie di accorgimenti da rispettare riguardo alla qualità delle immagini che devono avere tutto un buon livello qualitativo per non essere scartate:
  • foto di buona fattura, senza artefatti da almeno 6 Mpixel anche se vengono accettate a partire da 3Mpixel;
  • non devono contenere marchi registrati;
  • dovete essere voi ad avere i diritti dell’immagine;
  • non ci devono essere difetti (sfocature, foto scure, illuminazione errata, sgranature, ecc..);
  • immagini che ritraggono persone devono essere accompagnate da una liberatoria firmata da voi, un testimone ed il soggetto ritratto.
Ovviamente le foto che andrete a presentare saranno selezionate da un team di consulenti che ne valuterà la qualità e solo una volta che saranno accettate verranno esposte nelle gallerie per essere acquistate dai clienti ed inserite siti web, riviste, depliant, ecc…
Esistono vari livelli di retribuzione a seconda della grandezza dell’immagine e dei del tipo di licenza di cui l’acquirente ha bisogno, il pagamento avviene generalmente tramite paypal ma anche attraverso un bonifico o un assegno una volta raggiunto il minimo per poter essere richiesto.

Quali sono i migliori siti di Microstock più famosi?

Cominciamo con il mostrare come, nel corso del tempo, i siti di MicroStock sono diventati sempre più popolari e visitati:

Microstock Microstock

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

 

Come si vede nei grafici, in soltanto un anno, le visite complessive sono più che raddoppiate, soprattutto grazie a siti che hanno saputo, più di altri, attirare l’attenzione degli untenti (in particolare shutterstock.com).

In circolazione esistono tantissimi siti a cui potete fare affidamento: la maggior parte è locata su server non nazionali, il che ne incrementa la popolarità a livello mondiale (ma anche il numero di “concorrenti”). Occhio comunque che guadagnare con i microstock non è facile.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----
Tutti questi siti hanno anche una sezione di fotografie “Royalty free”: se state cercando delle foto per abbellire il vostro blog, provate a cercare lì.