Come creare il tuo personale pianeta partendo da una foto panoramica

0
4362

Il tutorial di seguito mostrerà come è possibile, in soli 5 minuti ed un po’ di pazienza, trasformare una foto in un pianeta, come l’immagine qui di sotto.

Per lavorare sull’effetto Pianeta servono due cose: una fotografia adatta (deve essere panoramica) e Photoshop CS oppure un programma alternativo in grado di applicare il filtro “Coordinate Polari”.
Ma andiamo con ordine e cominciamo a selezionare la fotografia di cui abbiamo bisogno. Ovviamente, considerato il risultato finale, non tutte le fotografie saranno trasformabili. Quindi, occhio alla scelta e cercatene una che si avvicini il più possibile a quanto descritto nei punti successivi:
  • Fotografie “lunghe”. Il rapporto tra lunghezza ed altezza dovrebbe essere di 2:1. Una soluzione è quella di “ritagliare” una fotografia in modo da rimpicciolirne l’altezza.
  • la parte bassa della fotografia (diciamo il 25%) dovrebbe contenere poche informazioni come acqua, sabbia, asfalto. Questo perché la zona in questione sarà fortemente distorta e contribuirà alla creazione della parte centrale del pianeta
  • La parte alta della fotografia (diciamo il 25%) dovrebbe contenere poche informazioni come il cielo. Questo perché subirà una forte distorsione essendo la parte “esterna” del nostro futuro pianeta.
  • La parte sinistra e destra della foto dovrebbero essere coincidenti. Ovviamemente questo non è possibile a meno di fare una foto a 360°, ma l’importante è che siano coerenti: se da entrambe le parti vi è un palazzo o una casa (e non una casa e il cielo) va benissimo.
  • NO foto storte. L’orizzonte deve essere orizzontale. O per lo meno, a sinistra e a destra devono avere la stessa altezza dal basso della foto: ricordiamoci infatti che i due punti dovranno unirsi!
Cominciamo dalla versione semplice: una foto già pronta per la lavorazione, ovvero una vista a 360° di una città (San Francisco) e che rispetti più o meno tutte le regole elencate sopra.

La prima operazione da fare è preparare l’immagine per applicare il filtro: l’immagine va ristretta ed allargata in modo tale da diventare un perfetto quadrato.

Su photoshop CS basta andare su Select Image>Image Size dal menu principale. Togliere quindi il check da  Constrain Proporties e inserire manualmente un’altezza che sia la stessa della lunghezza della fotografia.

Quindi effettuare la rotazione della foto di 180° andando su Image>Rotate Canvas>180.

L’effetto finale dovrebbe essere non dissimile da quanto rappresentato nella foto di sopra.

Applichiamo adesso il filtro per le coordinate polari: la nostra foto si trasformerà in una specie di “sfera”. Il menu corretto è Choose Filter > Distort > Polar Coordinates. Dal box che si apre, selezionare Rectangular to Polar.
Adesso manca solo la personalizzazione: rotazione a piacimento del “pianeta”, aggiustamento di contrasto e colori, pulizia degli artefatti presenti lungo la linea di giunzione. A questo punto possiamo dire di aver esser riusciti nell’intento di trasformare una foto in un pianeta ed ecco di seguito l’effetto finale:
Passiamo adesso ad una versione “avanzata”: partiamo cioè da una fotografia non adatta a questo tipo di trasformazione. Come per esempio questa veduta di San Giorgio Maggiore, a Venezia.

La foto presenta vantaggi e svantaggi: il vantaggio è che a sinistra e a destra abbiamo la fine dell’isola, per cui all’unione sarà perfetta. Lo svantaggio è che la foto è…storta!

La prima cosa da fare è raddrizzarla. Per fare ciò, basta utilizzare lo strumento di cropping in  Photoshop e selezionare la nostra area in modo da essere parallela all’orizzonte (la linea sull’acqua nel nostro caso). Con lo strumento in questione, selezionate un rettangolo e muovete il cursore immediatamente all’esterno di un angolo dell’area selezionata in modo tale che lo stesso cambi nelle due freccette che puntano a sinistra e destra. Click con il bottone nel mouse in questa posizione, e sarà possibile ruotare l’area selezionata. Continuate a muovere il mouse fin quando non si otterrà il parallelismo con la linea di orizzonte ma non effettuate ancora il cropping dell’area.
 E’ infatti ancora necessario effettuare un controllo circa i bordi sinistro e destro dell’immagine: ricordiamoci che questi due devono unirsi nel prodotto finale. Modifichiamo la nostra area di crop in modo tale da “tagliare” la foto su due edifici o punti alla stessa altezza: nel caso dell’esempio sotto, nei cerchi viola, si è raggiunto il limite della linea inferiore dell’area di crop…ci siamo!

Ecco quindi la foto con la nostra area pronta per essere tagliata.

 Doppio Click per effettuare il cropping e siamo pronti per tornare alla guida di sopra (San Francisco): basterà a questo punto ripetere le stesse procedure per ottenere il nostro nuovo pianeta-isola.
Pianeta Venezia
Fonte: 3 clicks bookstore