10 consigli per fotografare con l’iPhone

Fotografare con iPhone: una possibilità

Uno dei vantaggi che Apple ha apportato, con i suoi iPhone, è sicuramente la facilità nel fare le fotografie. E non tanto per la qualità del sensore fotografico (parliamo in ogni caso sempre di un cellulare, ricordiamoci), quanto per la velocità di scatto: il tempo che intercorre tra il comando di scatto e lo scatto vero e proprio è probabilmente il più breve in assoluto tra tutti i terminali in vendita.

Fotografare con un telefono significa principalmente libertà: niente macchine ingombranti, niente zaini, niente peso. E tempo di reazione piccolo per fare una foto: è sicuramente più facile tirare fuori l’iPhone e scattare rispetto a prendere una Reflex, accenderla, togliere il copriobiettivo, puntare…e scattare.
Ovviamente fare fotografie con l’iPhone non è banale, soprattutto se si vuole ottenere un risultato degno di questo nome. Vediamo dieci piccoli consigli che vi permetteranno di migliorare sensibilmente il risultato finale.

1. Tenere il telefono come se fosse una macchina fotografica

Volete una foto poco mossa e ben inquadrata? tenete l’iPhone come fosse una macchina fotografica: con due mani. Anche la “mira” deve essere come con una macchina fotografia: non tenete il cellulare in basso (ho visto un sacco di persone che sbirciano sul display con il cellulare all’altezza del petto)…ma davanti ai vostri occhi.

2. Zoom? No grazie. Meglio avvicinarsi

Lo zoom digitale non serve a nulla. E’ una invenzione per polli: si tratta di un modo artefatto di avvicinare gli oggetti a scapito della qualità dell’immagine finale (lo zoom digitale non è uno zoom ottico, quello non lo avete, fatevene una ragione!). E non pensiate che la perdita sia poca: anche un solo step di zoom digitale può devastare una fotografia. Se vi serve zoomare la soluzione è semplicissima: avvicinatevi al vostro soggetto.

3. Fai più di uno scatto

E’ il bello del digitale: puoi fare quante foto vuoi e cancellare quelle che non ti piacciono, senza spendere un centesimo. l’iPhone poi ha il vantaggio della velocità: non riesce a fare due scatti nello stesso secondo, ma ci si avvicina abbastanza: ed il soggetto, nell’arco di qualche secondo, non varia molto dalla vostra posizione ideale. Fotografate, fotografate, fotografate. Magari anche muovendovi o modificando l’angolo.
Non valutate le foto al cellulare: lo schermo è troppo piccolo per apprezzarle: aspettate di essere al vostro PC e solo dopo averle visionate su un monitor molto grande provvedete a fare pulizia. Non potete immaginare quanti scatti valutati scarsi sul piccolo display dell’iPhone sono, in fin dei conti, dei “piccoli capolavori”.

4. Luce

La luce gioca un ruolo fondamentale, molto più che nelle compatte o nelle reflex. Il sensore dell’iPhone è microscopico e un’illuminazione non perfetta  aumenta in maniera sensibile il rumore finale sulla fotografia.
Le foto migliori le farete sempre con il sole alto alle vostre spalle, magari evitando che il soggetto sia all’ombra.
Ovviamente, nei notturni o negli ambienti chiusi, la situazione peggiorerà ma non disperate: come con le reflex si usano sorgenti esterne, potete fare lo stesso con l’iPhone usando una lampada o addirittura una torcia. Ricordatevi che basta qualche lumen in più per fare la differenza

5. Controllate  le impostazioni di risoluzione e qualità delle immagini

Inutile dire che queste devono essere al massimo possibile. Poco spazio? farete meno foto, ma di qualità migliore

6. Tenete la fotocamera il più ferma possibile.

Appoggiatevi da qualche parte tipo ad un muretto, in palo…o a qualsiasi cosa possa darvi stabilità. NON muovetevi dopo aver fatto la foto, non avete una Reflex: state fermi nella stessa identica posizione per almeno 1 secondo dopo lo scatto. Vedrete dei grandi miglioramenti nella qualità ma soprattutto nel mosso della vostra foto.

7. Muovetevi e sperimentate diverse posizioni

Vale il discorso di prima: perché fare solo una foto avendo una digitale? fatene tante e variate le angolazioni. Volete fotografare una conchiglia sulla battigia? Mettetevi spalle al mare, fronte mare, controluce, a favore di luce, insomma fate molte fotografie da diverse posizioni e con diverse condizioni. Tenete anche il cellulare all’altezza della conchiglia, sopra di essa…insomma scattate! Tanto è gratis…

8. Pulite l’obiettivo

Da quanto non lo fate? l’iPhone va in tasca, nella borsetta, viene toccato dalle mani che sono di natura grassa…ed il grasso e lo sporco si depositano sul vetrino. Una piccola pulita prima di ogni serie di scatti vi costa qualche secondo…ma ne varrà la pena.

9. Elaborate le immagini

State usando un telefono, con tutte le sue limitazioni. Ed esistono in giri programmi gratuiti che possono aiutarvi a migliorarle: programmi che riducono il rumore, programmi che vi permettono di lavorare su luce, contrasto, saturazione…avete mai provato Picasa, di Google? Ha anche un bel tasto “mi sento fortunato”: lo premete e il programma setterà tutti i parametri della luce in modo da renderli standard. E credetemi: la vostra foto ne guadagnerà non poco.
Ma non finisce qui: trasformate la vostra foto, aggiungete una cornice, invecchiatela, coloratela, trasformatela in bianco e nero. Distoglierete l’attenzione dal rumore in questo modo e probabilmente riuscirete anche a valorizzarle.

10. Non riempite troppo la foto

La regola dei due terzi vale anche per le fotografie fatte con i cellulari. Non esagerate con i soggetti, cercate di essere semplici. E ricordate che soggetti come il cielo, il mare, la sabbia (in particolare la sabbia) hanno la capacità di mascherare il rumore: usateli spesso come sfondo delle vostre fotografie, non ve ne pentirete.
Articolo precedenteCome fotografare le scie dei fari
Articolo successivoCome fare: l’effetto Bokeh
Fondatore di Fotografare in Digitale, ho sempre amato il mondo della fotografia e la possibilità di catturare un momento, un attimo, una sensazione tramite un semplice scatto. Nato come fotografo per caso quando misi le mani sulla mia prima Nikon D1, ho ampliato le mie conoscenze ed esperienze fotografiche, decidendo quindi di condividerle con chiunque fosse interessato alla fotografia. Sono un fotografo amatoriale di buon livello e continuo imperterrito a girare per le città con la fedele Nikon (ora una D800) appesa al collo.