L’effetto Moiré

0
6090

L’effetto Moiré è una distorsione visiva che si palesa quando due trame si sovrappongono, dando origine ad una terza trama completamente differente. Nell’esempio qui sotto riportato, abbiamo due trame identiche con differente orientamento: una volta sovrapposte possiamo osservare una nuova trama composta da dei cerchi. Si tratta, in fin dei conti, di un effetto ottico che inganna non solo l’occhio umano ma anche il sensore della nostra macchina fotografica.

Effetto Moiré
Effetto Moiré

 

L’effetto Moiré può produrre disegni geometrici interessanti. Tuttavia, il fenomeno degrada la qualità e la risoluzione delle immagini. Un esempio pratico è la visualizzazione a video della foto di un video: le due trame (dei due video) si sovrappongono creando un disturbo che ai molti sarà familiare.

ecco come appare un "video" fotografato

Ridurre il Moiré non è difficile: nella maggior parte delle macchine fotografiche questo disturbo è in fatti tenuto sotto controllo grazie alla presenza di un filtro anti aliasing applicato direttamente sul sensore. Sulle macchine high End (quale la Nikon D800E) prive di questo filtro, sarà necessario dotarsi di un filtro esterno da applicare alla lente.  Ovviamente il filtro anti-aliasing ha vantaggi e svantaggi: se da un lato riesce a correggere il Moiré dall’altro rende le linee della fotografia più morbide. Nelle macchine fotografiche digitali il filtro pre-esistente non è particolarmente pesante permettendo nel contempo un buon bilanciamento tra Moiré e aliasing dell’immagine stessa (sfocatura che, ripeto, è molto limitata e quasi invisibile ad occhio nudo).

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

Esistono macchine fotografiche high end, come detto, che vengono prodotte senza il filtro anti-aliasing: si tratta di macchine fotografiche in grado di riprodurre immagini particolarmente nitide ma al contempo soggette costantemente al problema del Moiré e quindi “difficili” da usare, soprattutto per un principiante.

Può succedere per esempio di scattare una fotografia ad un modello con un abito a righe ed ottenere questo risultato:

effetto moiré
L’effetto Moiré è molto evidente

La fotografia è rovinata dalla presenza non solo di righe che nulla centrano ma addirittura da delle bande colorate: si tratta, per l’appunto, di un effetto Moiré.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

Se non si dispone di  un filtro anti-aliasing e si vuole comunque evitare il Moiré, ricordatevi che potete:

  • cambiare l’angolo della fotocamera, ruotandola
  • Cambiare la posizione della fotocamera, spostandola
  • cambiare il punto di messa fuoco
  • cambiare la lunghezza focale

 Questo perché l’effetto Moiré, come detto ad inizio post, è direttamente legato alla sovrapposizione di due differenti trame. Il trucco è nel far si che si allineino o si separino completamente.

A proposito, la parola moiré è francese (dal participio passato del verbo moirer, nel senso di acqua) e può essere scritto con o senza un l’accento sulla “e” finale. E ‘stato originariamente utilizzato per descrivere un effetto ondulato o increspato da applicarsi alla seta.