Fotografare costumi di Halloween

Halloween, oltre a portare tanto colore per le strade, è anche un ottimo momento per i fotografi che vogliano cimentarsi nel fotografare costumi di Halloween. Dai semplici travestimenti fino ai più evoluti costumi cosplayer: Halloween è il momento perfetto per trovare il proprio soggetto preferito, anche se va detto che fotografare costumi di Halloween è tutt’altro che semplice e immediato ma richiede pazienza, pratica e esperienza. Vediamo nel dettaglio alcuni consigli che potrebbero esservi preziosi nel caso vogliate provare anche voi a fotografare costumi di Halloween.

Le lenti a contatto colorate

Le lenti a contatto che cambiano il colore o la dimensione dell’iride sono diventate molto popolari, soprattutto tra i cosplayer (tanto per fare un esempio, potete dare un occhio qui). Il problema è che queste lenti si comportano in modo totalmente differenti rispetto all’iride dell’occhio….il che necessita un minimo di conoscenza da parte del fotografo per evitare errori grossolani. Il problema più grande è che una lente a contatto colorata non è “naturale” come l’iride umano ma, sopratutto in fotografia, tende ad apparire falsa: la mancanza di profondità di una lente può non essere visibile in un incontro di persona (in quanto l’occhio si muove costantemente),  ma nella staticità della fotografia è fin troppo evidente.

fotografare costumi di Halloween
By: OmarukaiCC BY 2.0

Ci sono due modi per affrontare il problema delle lenti a contatto :

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----
  • Rimuovere le lenti durante la ripresa e replicare il loro effetto in post produzione. Questo è abbastanza semplice da fare e l’impatto sul modello o modella è molto limitato: dovete solo chiedere di togliere le lenti colorate. In fase di post processing potete quindi usare il comando fluidifica per ingrandire l’iride e applicare una maschera per cambiare il colore della stessa.
  • Utilizzare un occhio vero per acquisire le texture caratteristiche dell’occhio umano. Anche in questo caso potete seguire due strade: fare due fotografie al vostro soggetto (una con le lenti ed una senza le lenti colorate, facendo attenzione a fotografare più da vicino il soggetto senza lenti, al fine di ottenere una dimensione simile delle iridi) oppure cercare una foto di qualcun altro la cui dimensione dell’iride sia similare a quella della fotografia del soggetto con le lenti.
    Una volta in possesso della foto di un paio di occhi della dimensione simile a quelli della foto con le lenti colorate, dovete trasformarla in bianco e nero, mascherare la parte della foto che non vi interessa (solo le iridi devono essere visibili), sovrapporre le iridi in bianco e nero a quelle con le lenti, usare il tool di fusione (per sovrapposizione o con luce morbida).
    In questo modo darete all’iride la profondità necessaria per sembrare reale.
fotografare costumi di Halloween
By: taymtaymCC BY 2.0

Sappiate chi state fotografando

Molti costumi rappresentano un personaggio che, in base alla progettazione, ha una silhouette iconica. Prima di cominciare a fotografare il personaggio in questione, documentatevi su chi sia. Siate consapevoli della storia e delle caratteristiche del personaggio interpretato dal vostro modello in modo da poter individuare le pose giuste di quel personaggio. In particolare dovete essere in grado di far capire ad un osservatore chi sia il personaggio anche fotografando semplicemente la silhouette del vostro modello. Un compito impossibile se, ripeto, non sapete chi state fotografando.

Aggiungete gli effetti di luce per aumentare il realismo del costume

Spesso i costumi indossati sono dotati di gemme “magiche” o pannelli ad alta tecnologia che dovrebbero brillare. Molti cosplayer avanzati trascorrono tantissimo tempo per cablare i vari LED presenti sul costume e per rendere lo stesso quanto più reale possibile, ma una persona non così addicted tenderà ad utilizzare un costume così come gli viene venduto. In questi casi sta a voi migliorare il costume stesso, in fase di post produzione.

Aggiungere dei bagliori con Photoshop non è per nulla complicato: anche utilizzando i semplici comandi di scherma/brucia (o il più avanzato Knoll Light Factory) è possibile aggiungere effetti di luce. Una cosa importante da ricordare, tuttavia, è che le fonti di luce colorate proiettano la loro stessa luce sugli oggetti e superfici limitrofe: ricordatevi di aggiungere un effetto luminoso anche su tali superfici, dipingendo il colore usando un pennello morbido ma soprattutto a bassa opacità (deve essere un riflesso, non colorare del tutto la superficie).

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----
fotografare costumi di Halloween
By: Ricardo 清介 八木CC BY 2.0

Conoscete il costume

I costumi possono variare da estremamente confortevoli (con piena libertà di movimento)  a estremamente scomodi (chi lo indossa può a malapena camminare). Indipendentemente da ciò, è sempre  necessario essere in grado a far apparire la fotografia come realistica, viva, reale: ovvero dovete essere bravi a mascherare tutti i possibili impedimenti.

Prima di scattare le foto chiedete al vostro modello di parlarvi del tipo di restrizioni di movimento cui sono costretti, in modo da sapere cosa non chiedere al vostro modello durante la sessione fotografica.

Pronti a riparare i danni

I costumi sono noti per cadere a pezzi proprio nel bel mezzo del loro utilizzo. Essendo di solito molto complessi o di cattiva qualità, un danno può verificarsi anche semplicemente quando il modello si muove. Tenete sotto mano un piccolo kit di strumenti per riparare (o almeno tentare) eventuali problemi minori che potrebbero inficiare il servizio fotografico: la pistola per la colla colla, nastro adesivo, filo nero, forbici e spille da balia. Un ulteriore suggerimento è quello di tenere sempre a portata di mano una bomboletta di lacca, da usarsi in caso ci sia di mezzo una parrucca da sistemare.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----
fotografare costumi di Halloween
By: The Conmunity – Pop Culture GeekCC BY 2.0

Fate in modo che il modello sia a proprio agio

I costumi più cool sono spesso i più scomodi da indossare. Questo è inevitabile. Tuttavia, essendo consapevoli di questo problema, potete fare in modo da ridurre al minimo il disagio che il modello deve sopportare durante le riprese.

Assicuratevi che il modello non si sta surriscaldando. Grandi, elaborati, costumi spesso si trasformano in saune, soprattutto quando un fotografo li sta bombardando con luci stroboscopiche ad alta potenza. Dotatevi di un ventilatore per aiutare a raffreddare il modello ed  assicuratevi che ci sia una buona quantità di acqua a disposizione del modello stesso.

Alcune pose possono essere faticose: costumi pesanti, oggetti di scena possono rendere davvero faticoso uno shooting fotografico. Fate quindi in modo che il vostro modello non debba tenere pose complesse per periodi temporali troppo lunghi e soprattutto inframezzate pose complesse ad altre più semplici, in modo da far riposare la muscolatura del vostro soggetto.

Non abbiate fretta. Fotografare i costumi di Halloween è un processo lento e costante: lo stesso indossare un costume può richiedere molto tempo, così come regolare le luci e la scena al fine di ottenere il miglior risultato possibile. Preparatevi a spendere molto più tempo di quanto ne spendereste per un normale servizio fotografico, non prendete impegni in sequenza ed armatevi di tanta pazienza.

Conclusione

Fotografare i costumi di Halloween è divertente e particolare (soprattutto perché non capita tanto spesso), ma certamente aggiunge un grado di complessità enorme allo shooting fotografico. Non scoraggiatevi se i primi scatti non saranno quelli attesi ma perseverate, e soprattutto ricordatevi di essere sempre pazienti sia con il modello che con voi stessi.