Fotografare con i droni: suggerimenti e consigli

274

Fotografare con i droni, per quanto sembri semplice e immediato, è particolarmente complicato in quanto non si parla solo di fotografia, ma di combinare le capacità fotografiche con quelle di pilota…cosa non proprio alla portata di tutti. Quello su cui ci concentreremo in quest’articolo sono i problemi di cui nessuno ti parla quando finalmente acquisti un drone.

Prenditi del tempo per imparare le basi

Quanto tempo ci vorrà per imparare a pilotare il tuo drone dipende in parte dal drone che ottieni. Con il DJI Mavic 2 Pro, ho passato del tempo a leggere il manuale (in qualche modo utile), a guardare i video sul sito del produttore (più utile) e a guardare i video di YouTube di altre persone (super utile).

Fotografare con i droni
Free-Photos / Pixabay

Anche se sei un tipo “dimentica le istruzioni, andiamo avanti”, passa il tempo a guardare alcuni di questi video. Ne varrà la pena, dal momento che non tutto ciò che riguarda il tuo drone, soprattutto dal punto di vista della fotografia, sarà intuitivo. Inoltre, puoi farlo mentre le batterie sono in carica.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Sulla maggior parte dei droni, il controller si collega al tuo smartphone. Lo schermo del telefono diventa il mirino remoto. Diciamo cosa può sembrare ovvio ma non lo è se non hai mai posseduto un drone. Ricapitolando: Hai bisogno di uno smartphone (grande) per pilotare la maggior parte dei droni per scopi fotografici.

Se il tuo drone non si connette immediatamente dopo aver scaricato l’app, è probabile che la combinazione app / telefono. Il mio consiglio è di concentrarsi innanzitutto sulla risoluzione della connessione telefono / app. Spesso e volentieri è colpa della versione del sistema operativo…il che potrebbe voler dire cambiare il telefono stesso. Per esperienza personale, vi posso dire che l’accoppiata tra il drone e il Huawei Mate 20 pro funziona a meraviglia

Fotografare con i droni: Iniziare a volare

La prima volta che ho effettivamente pilotato il drone, sono impazzito vedendolo salire così in alto. La seconda volta, non così tanto. La terza volta, ho smesso di guardare l’aereo (che, DJI ti ricorda ripetutamente, è il nome corretto per il dispositivo, non è un drone. I droni sparano missili e spiano i terroristi), concentrandomi sullo schermo. Guardare lo schermo piuttosto che l’aereo è rende la vita molto più semplice e permette di padroneggiare meglio la fase di volo del drone stesso.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Fotografare con i droni
invisiblepower / Pixabay

Imparare a fare foto

Ho postato i miei primi scatti di droni e ho trovato delle persone simpatiche a cui piacevano e mi hanno ispirato con le loro foto. Dopo aver guardato le loro foto, ho avuto modo di carpire delle idee interessanti da applicare alle mie foto al fine di migliorarle.

Impara a volare prima di imparare a sparare

Questo significa trovare uno spazio veramente aperto e imparare bene i controlli, quindi non devi pensare coscientemente a ogni leva e pulsante e cosa fa. Avrai tutto il tempo per fare foto più tardi. Comincia con il padroneggiare l’aereo.

Visualizza prima di decollare

Un drone non ha una vita in volo lunghissima, stenta ad arrivare ai 30 minuti. Per questo motivo, prova a visualizzare i tuoi scatti prima di decollare in modo da non spendere quei preziosi 30 minuti di durata della batteria semplicemente volando senza meta.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Devi capire, tuttavia, che quando inizi a lavorare con un drone, tutto sarà diverso. Non ti preoccupare: man mano che acquisisci maggiore esperienza, imparerai a “leggere” meglio una scena e passerai meno tempo a cercare e più tempo a impostare gli scatti che desideri.

fotografare con un drone
bellergy / Pixabay

Spara RAW

Prendi in considerazione la possibilità di fotografare in RAW (il formato nativo della fotocamera per immagini rispetto ai file JPEG) se sai come elaborarli in un programma come Lightroom. Per me, è troppo difficile vedere tutte le sfumature di luce sullo schermo del mio telefono. RAW mi dà più margine di manovra in fase di post-processing.

Prendi in considerazione anche il bracketing dei tuoi scatti (se il tuo drone ha questa caratteristica) per consentire una flessibilità ancora maggiore con l’esposizione.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Non lasciarti ingannare dalle immagini iniziali

I file RAW ottenuti dalla fotocamera del DJI sembrano piuttosto brutti, ma aumentare i neri (per contrasto) e aumentare la vivacità delle immagini è uno dei modi più veloci per ravvivare le stesse foto. Nel complesso, la fotocamera del Mavic 2 Pro è sorprendentemente buona, considerando che si tratta pur sempre di una fotocamera dal sensore molto piccolo, per nulla confrontabile con una reflex.

Scopri i pulsanti messa a fuoco e misurazione

Passare tra i pulsanti di messa a fuoco e misurazione è facile una volta individuati sul controller. Entrambi sono molto utili poiché ottieni forti contrasti dall’aria. Una volta imparato a misurare le aree della scena (dall’alto non è tanto semplice), le tue foto miglioraranno notevolmente. Inizia usando le funzioni automatiche della fotocamera, ma impara rapidamente e usa le altre funzioni di messa a fuoco e misurazione disponibili.

Prendi in considerazione un polarizzatore

Un filtro polarizzatore riduce l’abbagliamento ma non puoi semplicemente ruotarlo come un polarizzatore circolare sulla tua DSLR (è un po’ irraggiungibile quando il drone è a 300 metri sopra di te). È possibile regolarlo solo modificando l’angolo dell’aeromobile che non è sempre utile quando si compone un particolare scatto.

Ma il polarizzatore protegge l’obiettivo e fa scattare il cielo “azzurro” nelle tue immagini.  Poiché stai scattando dall’alto, sperimenterai nuovi angoli di luce che di solito non ottieni con la fotografia tradizionale. L’uso di un polarizzatore è particolarmente importante, così come un filtro ND.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

fotografare con il drone
Pexels / Pixabay

Presta attenzione al tempo

Vento e umidità sono grandi limiti in alcune aree. Per quanto possa far paura volare con il vento, imparerai che puoi volare con più vento di quanto pensi, fino a circa dieci chilometri/orari di vento. Riceverai l’avviso del vento forte sul controller (che ti avvisa del vento, se ti trovi in ​​un’area riservata o sei troppo vicino a un oggetto), ma per il resto non ci sono problemi. Ma usa la tua discrezione come una raffica negativa potrebbe rovinare la tua giornata e il tuo aereo.

Non volare troppo in alto

I colpi dall’alto possono diventare più intriganti quando si limita la quota. Puoi ottenere immagini fantastiche con un drone: i ritratti da 10 metri di altezza, per esempio, sono fantastici e difficilmente riuscirai a realizzarli senza un drone.

Gioca con il colore

Poiché la luce del sole colpisce il soggetto da un’angolazione diversa da quella a cui sei abituato, ciò influenzerà il colore delle tue foto in modi sorprendenti. Alcuni oggetti familiari come gli alberi saranno più vibranti quando sparati dall’alto che dal lato. Preparati a sperimentare molto con il colore nel tuo software di editing.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Compensare per la parallasse

C’è un fenomeno di parallasse che richiede tempo per comprenderlo. La parallasse è il fenomeno per cui un oggetto sembra spostarsi rispetto allo sfondo se si cambia il punto di osservazione. Saper gestire la parallasse è una questione di pratica: con il tempo imparerai piccoli trucchi su come manovrare il tuo drone per ottenere lo scatto che desideri. E la stabilizzazione dell’immagine ha funzionato meglio del previsto. Quindi, se riesci a allineare lo scatto, probabilmente otterrai una buona immagine.

Fotografare con i droni
PublicCo / Pixabay

Inizia con le fotografie

Personalmente ho realizzato solo dei brevissimi frammenti video. Perché? Perché con la fotografia fissa, l’aereo è essenzialmente una piattaforma galleggiante che posso spostare in posizione.

Ma quando stai girando video, il volo è tutto (o molto): per ottenere dei bei video hai bisogno che l’aereo voli in maniera costante, fluida, senza scossoni e movimenti bruschi. E questo non è per nulla facile da realizzare.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Due consigli utili:

  • i video sono più uniformi quando si riduce la frequenza fotogrammi al secondo,
  • è molto meglio mantenere l’attenzione su un singolo elemento piuttosto che spostarsi per catturare tutto in una volta.

Impara come evitare gli ostacoli

Nelle fasi iniziali, sarai probabilmente un po’ spaventato da alberi o altri oggetti che sembrano troppo vicini al tuo drone. Personalmente, non mi sono ancora avvicinato abbastanza perché l’aeromobile impieghi le sue procedure di emergenza per evitare gli ostacoli. Ricorda sempre che questi droni sono equipaggiati con sistemi di emergenza che, ad esempio, lo bloccano in volo in caso di collisione imminente, o lo fanno tornare alla base nel caso di batterie scariche

Riconosci i limiti di dove puoi volare

Ci sono delle restrizioni dove puoi pilotare il tuo drone (nessun parco nazionale, nessuna zona affollata, nessun volo vicino agli aeroporti, ecc.) Ma ci sono ancora vaste regioni che puoi esplorare. Inoltre, le scene che sembrano noiose da terra (un campo di grano, per esempio), assumono nuove possibilità se viste dall’alto. Devi solo ripensare a ciò che rende un’ottima immagine.

Prova le foto aeree generali

Le foto scattate dall’alto saranno probabilmente più intriganti all’inizio della vostra “carriera” di fotografo aereo. Probabilmente presto crescerai e migliorerai gli scatt, le angolature, le composizioni. Ma come principiante, lo sparatutto diretto è divertente perché è un modo completamente nuovo di vedere le cose.E non è detto che non si possa catturare delle immagini realmente meravigliose. L’importante è provare, sempre.

Impara a scattare angolato

Le immagini angolate sono più difficili da riprendere alla giusta altezza, distanza e direzione rispetto a quelle sopra la testa.

Inoltre, un vantaggio degli scatti angolati è che puoi isolare il soggetto da oggetti in primo piano o di sfondo che ti distrae. Tutto sta a trovare la giusta posizione, facendo muovere il drone intorno al soggetto.

Fotografa come un designer

Tornando alle riprese generali, un altro vantaggio è che possono aiutarti a pensare in modo diverso alla fotografia. Puoi, infatti, iniziare a percepire il mondo più da una prospettiva di design, essendo più consapevole della linea, della trama, dei motivi e dei colori.

Vedrai forme, arrangiamenti e connessioni interessanti che non vedresti stando con i piedi per terra.

I benefici aggiunti di fotografare con un drone

Per la maggior parte dei fotografi, un drone di buona qualità è un lusso, non una necessità. Ma il suo più grande valore non è solo nel permettere di scattare foto che non si possono fare senza di esso. Ti aiuta a realizzare foto migliori anche quando non lo utilizzi semplicemente perché ti farà ripensare a come vedi una scena e quindi a fare una foto.

Senza un drone, la tua fotografia sarà probabilmente bidimensionale e probabilmente continuerai a scattare nello stesso modo che hai sempre fatto. Con un drone, devi calcolare l’altezza e le diverse angolazioni possibili. Ciò, a sua volta, influenzerà anche i tuoi scatti più terrestri, poiché vedrai più possibilità rispetto a prima.

Potrebbe essere necessario del tempo per padroneggiare la fotografia dei droni. Ma nel tempo probabilmente catturerai alcune immagini sorprendenti e sbalorditive. E soprattutto, potresti diventare un fotografo migliore.