Comprendere le tecniche di imaging: l ritoccare, manipolare e ottimizzare

154

Tre distinti processi di post-produzione (o più semplicemente tecniche di imaging) alterano l’aspetto delle fotografie digitali: Ritocco, Manipolazione e Ottimizzazione. Questi termini possono sembrare abbastanza simili al primo sguardo, ma sono operazioni completamente diverse. Una volta compresa la differenza tra questi tre processi, la modifica delle immagini assumerà un nuovo significato e le immagini produrranno risultati potenti e differenti.

tecniche di imaging: Ritocco dell’immagine

Il fotoritocco è una delle tecniche di imaging più diffuse. E’ un’alterazione delle immagini che intende correggere elementi della fotografia che il fotografo non vuole far apparire nel prodotto finale. Ciò include la rimozione del disordine dal primo piano o dallo sfondo e la correzione del colore di aree o oggetti specifici (vestiti, cieli, ecc.). Le operazioni di ritocco fanno pieno uso di strumenti quali clonazione e “cerotto” nel tentativo di idealizzare la vita reale. Sfortunatamente, la maggior parte del ritocco diventa necessario perché non abbiamo (o non prendiamo) il tempo per pianificare i nostri scatti.

Pianificare un colpo in anticipo allevierà molte di queste misure di controllo dei danni “collaterali”  ma comporta una certa quantità di pre-osservazione; esplorando l’area e ripulendo gli oggetti prima che la fotocamera li catturi. Ciò include la “sorveglianza” dell’area … pulizia di specchi e finestre di impronte digitali, spolveramento di superfici e lavori di pulizie generali. Ciò include anche la messa a posto (o sul posto), l’anteprima e l’organizzazione dell’illuminazione disponibile e l’integrazione dell’illuminazione con unità flash e riflettori dove richiesto, controllo dei riflessi, ecc.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Benjamin Franklin ha coniato la frase “un grammo di prevenzione vale un chilo di cura”, che riassume in modo molto chiaro le faccende di pulizia della scena. Usiamo anche la frase “manutenzione preventiva”, che fissa le cose prima che si rompano e necessitino di riparazioni.

Certo, spesso non abbiamo il lusso del tempo necessario per preparare e lucidare una scena prima di catturarla, e il ritocco è la nostra unica opzione. Tuttavia, a volte tutto ciò che dobbiamo fare è valutare la scena, spostarci e vedere la scena da un’altra angolazione, o aspettare che la distrazione si allontani dalla scena.

tecniche di imaging
Attendendo un altro momento della giornata, probabilmente avremmo fatto a meno delle persone Free-Photos / Pixabay

Non possiamo sempre evitare il caos, ma potremmo limitare il lavoro di ritocco con un po ‘di accortezza. Ci vuole solo una frazione di secondo per catturare un’immagine, ma può richiedere alcuni minuti per correggere i problemi rilevati.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

tecniche di imaging: Manipolazione delle immagini

Manipolare è un po ‘diverso, anche se occasionalmente è un lavoro complicato con il ritocco. Quando manipoliamo una foto, siamo davvero fuori dalla realtà e nella fantasia. Quando manipoliamo un’immagine, sovrascriviamo la realtà e diventiamo creativi. Andiamo ad aggiungere elementi a una scena o modifica delle dimensioni della stessa. Quando manipoliamo un’immagine, diventiamo un “creatore” piuttosto che semplicemente un osservatore di una scena. Questo è abbastanza appropriato quando si crea “arte” da un’immagine catturata ed è ideale per le illustrazioni, ma forse non dovrebbe essere usato come una normale routine post-acquisizione.

tecniche di imaging
Minhaz000 / Pixabay

La manipolazione è roba potente e dovrebbe essere usata con seri limiti; non tanto per ragioni legali, ma per il calo del rispetto per la natura e la realtà. Disneyland è divertente, ma la realtà è dove viviamo. Copriamo regolarmente i cieli e sostituiamo le nuvole noiose con cieli blu e nuvole drammatiche, e persino i tramonti – tutto senza esitazioni. Possiamo spostare le persone attorno a una scena e clonarle con facilità utilizzando il popolare software di fotoritocco. La realtà è diventata tutt’altro che realtà. I concorsi fotografici vietano la manipolazione di foto in determinate categorie, sebbene un abile operatore possa coprire le proprie tracce digitali e ingannare il pubblico in generale. Tuttavia, i giudici esperti possono sempre dire la differenza.

Raccomandazione personale: mantieni i trucchi e le foto ottiche al minimo. Incorporando qualcun altro pre-set le formule e l’interpretazione delle tue foto di solito compromettono le tue capacità artistiche personali. Non definire il tuo stile filtrando la tua immagine attraverso l’interpretazione di qualcun altro. Sii l’artista, non il modello. Togli le immagini dalla catena di montaggio e gestiscile individualmente.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

tecniche di imaging: Ottimizzazione dell’immagine

L’ottimizzazione delle foto è un tipo completamente diverso di editing e quello che uso nella mia carriera professionale. Preparare le immagini per la pagina stampata non equivale a prepararle per la stampa a getto d’inchiostro. La tecnologia di stampa utilizza inchiostri, sistemi di trasferimento, carte e velocità di produzione completamente diversi rispetto alle stampanti a getto d’inchiostro. Ogni processo richiede una diversa distribuzione di toni e colori.

hdr
Anche L’hdr è una tecnica di imaging12019 / Pixabay

Raramente dovresti fare affidamento sul pixel editing per rivelare la bellezza e la dinamica di una scena. La fotografia digitale è tutta luce. Pensa alla luce come al tuo pennello e alla fotocamera come nient’altro che la tela su cui è dipinta la tua immagine. Impara a controllare la luce durante l’acquisizione e la tua post produzione le faccende diminuiranno significativamente. Schivare, bruciare e altri ritocchi locali dovrebbero essere richiesti raramente, se non del tutto.

Anche la migliore immagine della fotocamera digitale non può discernere ciò che è “importante” in termini di informazioni all’interno della gamma tonale di ciascuna immagine. I sensori della fotocamera catturano una straordinaria gamma di luci dalle aree più chiare e più scure di un’immagine, ma tutte le fotocamere mancano dell’elemento critico del giudizio artistico riguardante il contrasto interno di quella gamma di luci.

----- annuncio pubblicitario -----

----- annuncio pubblicitario -----

Se acquisisci le tue immagini in formato RAW, tutta l’incredibile gamma racchiusa in ciascuna immagine a 12 bit (68.000.000.000 di valori di tonalità tra il pixel più scuro e il più leggero) può essere interpretata, articolata e distribuita per svelare il dettaglio critico che si nasconde tra le ombre e i punti salienti. Ho modificato decine di migliaia di immagini durante la mia carriera e pochissime non possono rivelare ulteriori dettagli con solo poche indagini. Esistono cinque zone tonali distinte (evidenziazione, quarti di tono, toni medi, toni di tre quarti e ombre) in ogni immagine e ciascuna può essere spinta, tirata e contorta individualmente per rivelare i dettagli in essa contenuti. Mentre un’immagine stampata viene sempre distillata fino a 256 toni per colore, questo processo di modifica consente all’artista di decidere come interpretare l’immagine.

La vera arte di modificare le immagini non è realizzata dall’immaginazione, ma piuttosto dall’indagine e dal discernimento. Nessuna quantità di abbellimento dell’immagine può avvicinarsi alla bellezza che si rivela semplicemente scoprendo la realtà. Il motivo per cui la maggior parte delle foto non mostra la piena dinamica della luce naturale è che l’occhio umano è in grado di interpretare i dettagli in una scena mentre la fotocamera può solo registrare la gamma dinamica complessiva. Solo quando noi (fotografi / editori / ottimizzatori di immagini) prendiamo il tempo per scoprire la potenza e la bellezza intrinseca di ogni immagine, possiamo avvicinarci a produrre ciò che i nostri occhi e la nostra corteccia visiva del cervello sperimentano tutto il giorno, ogni giorno.

Sfida personale

Cerca di estrarre i dettagli esistenti nelle tue immagini più di quanto non dipingi e ripari l’aspetto iniziale. Di solito c’è un sorprendente dettaglio nascosto proprio sotto la superficie. Dopo aver catturato tutta la gamma potenziale con l’acquisizione della videocamera (bilanciamento dell’esposizione della fotocamera tra i fari di navigazione dell’istogramma della fotocamera), è necessario quindi fare una spedizione per esplorare tutto ciò che la fotocamera ha catturato. Il tuo compito è scoprire i dettagli, distribuire i dettagli e mostrare i dettagli a tutti noi.