Come funziona il SEO per la vostra attività fotografica

68

“come funziona il SEO?” è una delle domande fatte dai fotografi che vogliono capire meglio come farsi inserire in Google. La risposta non è così complicata come molti pensano, e non è necessario conoscere tutti i dettagli tecnici per farla funzionare per voi.

Senza dubbio avete provato un po’ di questa stessa frustrazione dopo aver sgobbato per ore per creare nuovi contenuti per il vostro sito web, facendo tutto ciò che pensavate fosse necessario, e poi scoprendo che Google semplicemente lo ignora, o lo classifica in fondo alla pagina 19 dove nessuno lo vedrà mai.

Non c’è da meravigliarsi, quindi, che la gente veda il SEO come qualcosa di complicato o addirittura mistico. Ma la verità è che il SEO non è così misterioso come si potrebbe pensare.

Come funziona il SEO
Photo by Pixabay on Pexels

Certo, c’è molto da fare, e non c’è limite a quanto astratto o tecnico si possa ottenere con esso se lo si vuole (pochi fotografi lo fanno). Tuttavia, proprio come non è necessario conoscere il funzionamento completo del motore a combustione interna per poter guidare la propria auto ad una sessione di fotografia, semplicemente non è necessario conoscere i dettagli più profondi del SEO per farlo funzionare per voi e per la vostra attività.

Lo scopo di questa guida è quello di mantenere le cose semplici, quindi non c’è bisogno di entrare in tutti gli intricati dettagli degli algoritmi di ranking di Google per avere una comprensione di base del funzionamento del SEO.

Il flusso generale di informazioni relative al SEO e come esso conduce dai vostri contenuti web all’obiettivo finale di convincere nuovi clienti ad assumervi per le loro esigenze fotografiche è semplice ed è riassumibile così: Pagina web – Robot dei motori di ricerca – Indice di ricerca – ricerca – Risultato ricerca – Nuovi Clienti.

Ora, immergiamoci nei dettagli e vediamo come tutto si combina.

Le tue pagine Web

Il SEO per la Fotografia inizia con le vostre pagine web. Insieme, formano la somma dei contenuti che compongono il vostro sito web di fotografia. Più avanti arriveremo alle specifiche di come ottimizzare i contenuti del vostro sito web, ma tutto quello che dovete sapere per ora è che ogni pagina del vostro sito web conta come un’entità distinta per quanto riguarda Google e gli altri motori di ricerca.

Cominciamo con il dire che Google NON indicizza i siti web ma indicizza le singole pagine web.

I motori di ricerca non sono interessati ai siti web nel loro insieme quanto le singole pagine che li compongono. Naturalmente non è così semplice, ma è un punto di vista abbastanza buono per i nostri scopi.

È quindi importante ottimizzare ogni pagina del vostro sito web individualmente, oltre a considerare la struttura e l’intento del sito nel suo complesso, perché il modo in cui le vostre pagine sono collegate tramite link interni dà a Google un senso di come ogni pagina di contenuto si relaziona con il resto.

Ne consegue anche che più pagine web avete, meglio è: questo è uno dei motivi per cui Google ama così tanto i blog, dato che anche un blog relativamente piccolo può avere molte pagine separate al suo interno quando si contano i post, le pagine, gli archivi e altri contenuti.

I robot di Scansione

Prima che qualcuno possa trovarvi nei risultati di ricerca, i motori di ricerca devono essere in grado di localizzare il vostro sito web, sia tramite link da altri siti web, sia perché avete usato un file speciale chiamato sitemap per informare direttamente il motore di ricerca dei vostri contenuti.

Indipendentemente da come vi trovano, i robot dei motori di ricerca (spesso chiamati web crawler o spider) raccolgono ogni parola di ogni pagina del vostro sito web e seguono i link che incontrano per scoprire il più possibile i vostri contenuti.

È importante rendersi conto qui che i robot dei motori di ricerca si limitano essenzialmente a leggere il testo – non sono in grado di vedere all’interno delle immagini, ad esempio, e quindi il motivo per cui il supporto del testo “alt” è così importante per le immagini di una pagina web.

Non solo stanno costruendo una libreria dei vostri contenuti, ma stanno anche creando una mappa virtuale di come appare il vostro sito web da un punto di vista topografico.

Il compito principale dei robot dei motori di ricerca è quello di riportare ciò che trovano all’indice principale dei motori di ricerca, dove i dati vengono poi analizzati in modo molto dettagliato e combinati con tutte le altre informazioni che hanno già sul vostro sito web, insieme ai link che puntano ad esso da altre località del web.

L’indice di ricerca

Una volta che il motore di ricerca ha elaborato i dati delle vostre pagine web attraverso i suoi algoritmi di ranking, ha una buona idea di quali siano le parole chiave principali su ciascuna delle vostre pagine, di quanto queste siano rilevanti rispetto a pagine simili di altri siti web e di quanta autorità debba assegnare alle vostre pagine.

L’autorità (o l’importanza relativa, se preferite) delle vostre pagine web è determinata alimentando centinaia di metriche e dati diversi nell’algoritmo di ranking. Alcune metriche, come la qualità dei link esterni che puntano a voi, hanno un’alta influenza e sono chiamate i principali fattori di ranking. Altre, come il testo nella vostra metadescrizione, possono avere un effetto minore, per cui li chiamiamo fattori minori.

L’indice di ricerca si comporta più o meno come l’indice di una biblioteca, tranne per il fatto che il “bibliotecario” di Google ha effettivamente letto ogni libro dell’indice e quindi ha una certa nozione dell’importanza o dell’autorità relativa di ogni libro.

Come funziona il SEO: La ricerca

Come si fa a conoscere un buon fotografo? Nel mondo reale, i vostri clienti potenziali e potenziali clienti sono alla ricerca di un fotografo per il loro progetto, che si tratti di un matrimonio, di un incarico commerciale, di un ritratto di famiglia o di un’opera d’arte.

Come vi troveranno? Se non conoscono già un buon fotografo, possono fidarsi di te, è molto probabile che si dirigano al loro motore di ricerca preferito alla ricerca di qualcuno che possono controllare e assumere.

È qui che digiteranno le parole chiave per la loro ricerca specifica nella casella di ricerca, probabilmente con una componente locale per assicurarsi di vedere solo i fotografi che si trovano effettivamente nella loro comunità.

L’indicizzazione

Questo è il punto in cui la gomma incontra la strada, per così dire, e se hai fatto un buon lavoro SEO sulle pagine del tuo sito web dovrebbero apparire nelle prime 10 voci dei risultati di ricerca, che è la prima pagina di Google per il termine di ricerca che l’utente stava cercando.

Come ho già detto, ci sono molti fattori che determinano il posizionamento delle vostre pagine web nei risultati, e non si tratta più solo di parole chiave: la condivisione sociale, i link naturali da altri siti web, il comportamento degli utenti, la lunghezza dei vostri contenuti e molte delle metriche di Google Analytics contano per il ranking della vostra ricerca, insieme a centinaia di altri potenziali segnali e fattori.

Tuttavia, la vera magia del vostro SEO avviene quando l’utente clicca sul vostro link nei risultati di ricerca per portarla sul vostro sito web, portandovi ad un nuovo cliente di fotografia.

Come funziona il SEO: Sii un bravo fotografo

La fase finale del processo è, naturalmente, catturare nuovi clienti, permettendovi di concentrarvi su ciò che amate fare di più, ovvero creare una bella fotografia per le persone che apprezzano e fanno tesoro di ciò che fate, e che vengono pagate bene per questo.

E questo è davvero tutto ciò che serve per imparare come funziona il SEO, almeno per quanto ci serve sapere per ottenere il meglio da esso.

Non ha senso complicare eccessivamente le cose entrando in tutti i profondi dettagli tecnici di come funzionano gli algoritmi di Google (nessuno al di fuori di Google lo capisce appieno, comunque), e ora spero che possiate capire che il SEO non è davvero la scienza complicata e mistica che forse pensavate che fosse.

No vecchia scuola nel SEO

Nonostante i molti cambiamenti che abbiamo visto nel mondo del SEO, ci sono ancora molte persone che praticano alcune tattiche SEO superate (e inefficaci). Anche se alcune di queste possono funzionare a breve termine, alla fine possono farti finire in acqua calda e sono meglio evitate.

Ecco una grande spiegazione di Rand Fishkin a Moz sull’argomento (in inglese) che vi aiuterà a capire meglio come funziona il SEO..e cosa non funziona nel SEO ai giorni d’oggio: