Come creare un fotolibro e risparmiare

0
4483

Stampare le fotografie in proprio è qualcosa di molto soddisfacente ma di particolarmente costoso: attrezzare una camera chiara (o meglio, una camera oscura digitale) può significare investire migliaia di euro. Se poi l’intenzione è quella di dedicarsi alla stampa di prodotti particolari quali possono essere calendari o libri fotografici, la situazione diviene particolarmente complicata, soprattutto per la reperibilità (oltre che il costo) di tutto il necessario per realizzare questi prodotti (si pensi solo alle copertine dei libri, come si fanno a personalizzare?).

Un fotolibro creato per un matrimonio
Un fotolibro creato per un matrimonio

La soluzione più comoda, rapida ed economica è quella di rivolgersi a terzi (esistono parecchi servizi online che realizzano qualunque tipo di prodotto partendo da una nostra fotografia). I puristi probabilmente storceranno il naso eppure tantissimi fotografi professionisti fanno affidamento a servizi online per stampare un fotolibro, rivendendo poi il prodotto realizzato: minimo rischio e massimo guadagno!

I servizi più rinomati di stampa online offrono diverse soluzioni a seconda della disponibilità economica dell’utente e delle esigenze, spaziando da fotolibri dedicati ad eventi quali matrimoni (corredati da copertine in ecopelle e stampati su carte di altissima qualità)  fino ai fotolibri mignon, di quelli che possono essere inseriti nella tasca di un jeans e disponibili a prezzi particolarmente esigui.

Realizzare un fotolibro è  particolarmente semplice in quanto l’utente, durante tutto il procedimento di creazione, dal caricamento delle foto alla composizione grafica, dalla rilegatura alla scelta della copertina fino alla stampa è guidato passo passo da un software designato ad hoc. Alcuni servizi, in aggiunta, offrono modelli in formato PSD (Photoshop) tale da lasciare massima libertà ai fotografi più esigenti.

Normalmente, i passi necessari per la realizzazione di un fotolibro possono essere schematizzati nei successivi punti (come riferimento è stato usato il software per la creazione di fotolibri messo a disposizione da 12print).

Scegliamo il modello che più ci piace...
Scegliamo il modello che più ci piace…
  1. La prima operazione da compiere è la scelta del tipo di lavoro da realizzare: un fotolibro su carta tradizionale o un prodotto basato su carta fotografica e quindi destinato ad un uso più professionale. Nel primo caso è possibile scegliere diversi formati e dimensioni: copertine rigida o morbide dimensioni che spaziano da 20x15cm fino a 30x40cm. Per i fotolibri basati su carta fotografica, la scelta è decisamente più ampia permettendo all’utente di spaziare tra un enorme quantità di differenti modelli, compresi i formati  minibook (economici) e  elite, sicuramente la categoria più interessante e destinata, come accennato in precedenza, ad eventi particolarmente importanti quali i matrimoni. Questa categoria  è corredata da copertine rigide in ecopelle personalizzabili e dalle dimensioni più disparate, fino alla ragguardevole dimensione di  50x50cm.
  2. Una volta scelto il fotolibro preferito e la dimensione, si passa a definire l’interno dello stesso: è possibile scegliere tra una serie di temi preimpostati (battesimo, matrimonio, compleanno) o puntare sulla visualizzazione delle fotografie e tutta pagina.
  3. Il passo successivo è la scelta delle fotografie che verranno incluse nel fotolibro. L’ordinamento delle foto potrà essere automatico o manuale: nel primo caso il software riempirà il libro, nel secondo caso toccherà all’utente definire la composizione dello stesso.sistemazione foto
  4. Definito il layout iniziale del fotolibro, si passa alla fase creativa con la modifica del libro al fine di corrispondere al gusto del suo “creatore”.  Nell’immagine qui sopra riportata, notiamo come è possibile applicare una lunga serie di personalizzazioni, dallo sfondo all’orientamento delle fotografie (sempre che non si sia scelto il formato a piena pagina, come nell’esempio riportato nell’immagine). Le fotografie possono essere sistemate in modo da riempire due pagine affiancate, una singola pagina o è possibile inserire più immagini nella stessa pagina affiancandole o sovrapponendole. Nell’immagine di seguito è riportato l’effetto “foto nella foto”, molto utile nel caso si voglia creare qualche composizione molto particolare.foto nella foto
  5. Per ogni immagine è possibile effettuare delle piccole correzioni: occhi rossi e bilanciamento del bianco sono un paio degli strumenti messi a disposizione. Attenzione agli avvisi che vengono lanciati dal tool: il triangolo di  pericolo sulle immagini delle due fotografie ci segnala che le foto impiegate sono troppo piccole per il formato del libro e, di conseguenza, verrebbero sgranate nella stampa finale. Il suggerimento è di usare sempre delle immagini ad alta risoluzione per evitate di ottenere un risultato al di sotto delle aspettative.
  6. Per gli utenti più esigenti, è possibile richiedere il trattamento di laminazione UV: fondamentale se si intende preservare il fotolibro dall’usura dovuta alla luce e preservarlo per parecchi anni.
  7. Una volta terminato il lavoro, non rimane che inviarlo (in automatico) al servizio di stampa e attendere la quantificazione del prezzo finale (legato al numero di pagine, qualità della carta, tipo di copertina e così via).
  8. Pagamento e attesa: normalmente un fotolibro richiede un paio di settimane per la stampa corretta più due o tre giorni per la spedizione all’indirizzo dell’utente.

Questa breve guida rende chiaro quanto facile sia divenuto, al giorno d’oggi, stampare un qualunque tipo di libro di fotografia: l’ultimo vero limite rimane la nostra fantasia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.