Cosa significa collaborazione TFP e TFCD?

0
6218

Molto spesso, quando si naviga per forum o siti di fotografia, ci si imbatte in offerte di collaborazione TFP oppure collaborazione TFCD. Ma cosa significa? I due acronimi citati sono inglesi e significano rispettivamente Time for Printing e Time for CD.

Insomma, il fotografo non paga in contanti il modello o la modella ma effettua un pagamento in “natura”: con delle stampe (di solito alta qualità, max A4) di un certo numero di scatti (di solito si va intorno ai 5/6 scatti) nel caso del TFP e con un CD contenente l’insieme di tutti gli scatti effettuati nel caso di TFCD.

Questo modo di pagamento è molto diffuso tra gli aspiranti fotografi e gli aspiranti modelli/e: sia in un caso che nell’altro è infatti fondamentale farsi conoscere e crearsi un proprio book fotografico. Se non si è famosi o non si ha esperienza chiedere un corrispettivo economico significa non trovare lavoro da modella/o. E per un fotografo significa avere delle perdite nette difficilmente bilanciabili in tempi brevi.

Questo sistema di pagamento viene comunque usato anche da fotografi affermati che sono alla ricerca di volti nuovi: offrire un book fotografico “firmato” è sempre un ottimo incentivo. E vi sono anche un po’ di modelli che fanno lo stesso, soprattutto con fotografi in erba: questi ultimi saranno infatti un’ottima pubblicità per il modello/a grazie alla sete di fama del fotografo stesso. Avere una fotografia sul proprio computer a far la “muffa digitale” non è come avere una propria foto che viene mostrata tramite social networks a migliaia di persone.

Conviene il TFCD/TFP? Si e no. No se pensate di campare facendo il modello, si se pensate di campare facendo il fotografo. In ogni caso, il TFP/TFCD è una pratica assolutamente necessaria per permettere a volti nuovi di entrare in questo non proprio facilissimo mondo.

Ricordate inoltre che, in alcuni casi, i modelli e le modelle non professioniste potrebbero chiedervi una “integrazione” in termini di post-processing. Se avete intenzione di pubblicizzarvi tramite il TFP o il TFCD, ricordate sempre di chiarire la disponibilità o meno ai fotoritocchi.

Previous articleGli obiettivi – i soft Focus
Next articleGli Obiettivi – i LensBaby
Fondatore di Fotografare in Digitale, ho sempre amato il mondo della fotografia e la possibilità di catturare un momento, un attimo, una sensazione tramite un semplice scatto. Nato come fotografo per caso quando misi le mani sulla mia prima Nikon D1, ho ampliato le mie conoscenze ed esperienze fotografiche, decidendo quindi di condividerle con chiunque fosse interessato alla fotografia. Sono un fotografo amatoriale di buon livello e continuo imperterrito a girare per le città con la fedele Nikon (ora una D800) appesa al collo.