CP+ annullato per il Coronavirus

0

La Camera & Imaging Products Association (CIPA) ha appena annunciato di aver cancellato il CP+, l’annuale fiera legata alla fotografia (anzi, la principale e più importante fiera mondiale legata alla fotografia) che si sarebbe dovuta tenere il prossimo 27 Febbraio nella cittadina di Yokohama (Giappone), a causa del Coronavirus (COVID-19).

La cancellazione del CP+ 2020 segue di poco la cancellazione di un altro evento fondamentale di questo periodo, ovvero il Mobile World Congress (MWC) di Barcellona, comunicato più o meno un paio di giorni fa.

coronavirus cp+

Al CP+ 2020 erano previsti circa 70.000 visitatori da oltre 120 paesi e un numero enorme di espositori (tutti i principali brand fotografici mondiali). La decisione di annullare l’evento è legato all’impossibilità di garantire la sicurezza di tutti i partecipanti, non esistendo ad oggi misure di contenimento o trattamenti efficaci.

Ricordiamo inoltre che il Giappone, paese ospitante del CP+ 2020, è anche uno dei tre paesi (Hong Kong e Filippine gli altri due) dove è stato registrato un decesso per coronavirus al di fuori della Cina.

Ecco il comunicato (tradotto):

La Camera & Imaging Products Association (CIPA; Presidente: Masaya Maeda) annuncia qui la cancellazione di CP + 2020. Dato che non esiste un trattamento efficace o misure di contenimento per affrontare il nuovo coronavirus (COVID-19), abbiamo scelto di annullare CP + 2020 perché diamo la massima priorità alla salute e alla sicurezza dei visitatori e
espositori. L’evento era originariamente previsto per 4 giorni al PACIFICO Yokohama dal 27 febbraio.
CP + è una fiera per i consumatori. La caratteristica principale di questo spettacolo è che i visitatori possono effettivamente gestire la più recente fotocamera e le relative apparecchiature per avere un’idea del loro funzionamento. L’evento attira circa 70.000 visitatori non specificati e quindi non possiamo eliminare completamente il rischio di infezione. Il CIPA ritiene importante evitare tale rischio a tutti i costi. Sebbene sia davvero deplorevole, abbiamo deciso di annullare lo spettacolo di quest’anno.
Chiediamo la vostra collaborazione e comprensione in merito.