Checklist fotografica: cosa fare prima del grande scatto

Avere una buona checklist fotografica che ci guidi verso uno scatto molto importante può fare la differenza tra successo e insuccesso.

Ci sono un milione di cose che possono far deragliare un servizio fotografic, come il dimenticare attrezzatura vitali, trascurare le previsioni del tempo, non completamente la ricerca della posizione (la “location” di scatto). Mentre alcune eventualità possono essere difficili da prevedere e preparare, c’è parecchio che si può fare per massimizzare le possibilità che le cose vadano nel modo più fluido possibile. E per aiutarvi nel pianificare il prossimo scatto, ecco una dozzina di consigli da seguire nelle  nelle 24 ore che precedono la sessione fotografica.

checklist fotografica
TeroVesalainen / Pixabay

Checklist fotografica: fate un elenco

Potrebbe sembrare ovvio, ma la prima cosa da fare è preparareuna lista di cose che dovete fare e ricordare prima della sessione di scatto. Troppo spesso si tende a dimenticare le cose importanti al momento di prepararsi ad uscire per andare a scattare, così come spesso ci vengono all’improvviso in mente cose che ci eravamo dimenticati in precedenza. Quindi, per evitare di commettere errori madornali, cominciate a buttare giù una Checklist fotografica, che andrete ad aggiornare man mano che le cose vi vengono in mente. Una lista fisica vi aiuterà a valutare meglio il lavoro e a ridurre le possibilità di dimenticare qualcosa.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

Checklist fotografica: Caricate tutto

Il giorno prima delle riprese, ricaricate sempre le batterie per tutto quello che avete intenzione di usare. Ciò include non solo le ovvie batterie della fotocamera, ma anche laptop, telefoni, radio bidirezionali, alimentatori, flash. Il consiglio è quello di preparare un angolo nel vostro studio/casa nel quale sistemare tutti gli oggetti in ricarica, al fine di averli tutti sotto controllo e tutti nello stesso posto (il che minimizza la possibilità che qualcosa vi sfugga). Fate inoltre quest’attività con un certo margine di tempo, in modo da aver tempo di rimediare (caricare una batteria ad esempio) che vi era sfuggita.

Provate il kit

Non date mai per scontato che tutto del kit presente nella vostra borsa funzioni ancora dopo l’ultima volta che l’avete usato. Anche se non avreste il tempo di correre ai ripari, è sempre meglio scoprire di avere qualcosa che non funziona o qualcosa di rotto prima della sessione fotografica e non durante. In questo modo avrete modo di cercare una soluzione alternativa, o almeno provarci. Inoltre, se avete attrezzatura che usate di rado, giocateci un po’ in modo da ri-prendere familiarità. Meglio farlo a casa piuttosto che al momento dello scatto.

Checklist fotografica: pulire tutto

Una volta che avete provato che tutto il vostro equipaggiamento funziona ancora, passate alla fase di pulizia. È una buona scusa per assicurarsi che le lenti e i sensori siano tutti in buone condizioni. Assicuratevi anche che il computer portatile, iPad e monitor siano puliti: non c’è niente di peggio che lavorare su uno schermo con segni distraenti e macchie su di esso.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----
checklist fotografica
Se lavorate in studio, assicuratevi che tutto funzioni, a partire dalle luci Pexels / Pixabay

Cancellate le schede di memoria

Se non siete legati a un computer portatile, allora userete una scheda di memoria per la vostra fotocamera. Se una scheda che pensavate fosse vuota contiene già 1.000 immagini di una sessione precedente, allora avrete una brutta sorpresa quando riceverete il messaggio “Memory Full” . È davvero dolorosoe lunghissimo  dover eliminare manualmente le immagini durante una sessione fotografica (non potete formattare per non perdere le foto appena realizzate), quindi assicuratevi di pulire le schede prima di iniziare. Fate una formattazione rapida tramite fotocamera.

Ripristino delle impostazioni e delle funzioni della fotocamera

Assicuratevi che la fotocamera e gli obiettivi vengano ripristinati ai valori predefiniti prima di scattare. Se l’ultima volta che avete usato la fotocamera avete modificato i valori di ISO, di binalciamento del bianco o altri parametri, è meglio perdere tempo la sera prima della sessione a modificarli piuttosto che in campo durante la sessioen stessa. Assicuratevi anche che gli obiettivi siano messi nuovamente a fuoco: meglio evitare sorprese dell’ultimo secondo.

Checklist fotografica: moduli d’autorizzazione

Ecco una cosa a cui pochi fanno attenzione. I moduli di autorizzazione. Cercate di compilare tutti i moduli il più possibile in anticipo, in modo che il giorno della sessione fotografica sia sufficiente solo farli firmare. Stampatene un paio di copie, sistematele in modo ordinato in modo che il tempo necessario alla loro gestione sia minimo, e che il lavoro possa essere demandato anche a qualcun altro.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

Dove scattare

Anche se siete già stati nel posto che avete in mente in passato, non date per scontato che è ancora lo stesso come una volta. Se siete abbastanza vicini per visitare il posto di persona, controllatelo il giorno prima. Se per esempio avete scattato in passato in un posto bellissimo in un boschetto, è possibile che la siccità, la pioggia o semplicemente mandrie di turisti l’abbiano rovinato facendogli perdere tutto il fascino. Un laghetto può essersi prosciugato o una cascata ridotta ad un rigagnolo. Insomma, ci sono mille situazioni che possono accadere e possono cambiare la realtà, rispetto a quello che ricordavate. Meglio quindi evitare sorprese e vedere di persona come la zona/luogo di scatto si presenta.

Ci sono casi in cui la prima volta che vedete il luogo di scatto è il giorno della sessione fotografica. Questo non è l’ideale, ma accade. Se questo è il caso, allora date un’occhiata a Google Street View in modo da poter almeno ottenere un’immagine visiva nella vostra mente di come il luogo dovrebbe essere. Inoltre, se vi muovete con il cliente, non darete l’impressione di non esserci mai stati!

checklist fotografica
Ultra_Nancy / Pixabay

Contattare tutti i partecipanti al servizio fotografico

La sera prima, mandate un messaggio veloce a tutti coloro che sono coinvolti nella sessione di scatto. La gente non dovrebbe avere bisogno di qualcuno che gl ricordi le cose, ma tutti noi abbiamo la vita super occupata ed è facile da mescolare le date. Se qualcuno si dimenticasse di dirvi che non può partecipare, è meglio scoprirlo la sera prima piuttosto che al momento di cominciare la sessione fotografica stessa.

Checklist fotografica: controllate il tempo

Sono sicuro che lo facciamo tutti, ma ricordatevi semrpe di controllare costantemente le previsioni meteo prima di qualsiasi sessione all’aperto. Il numero di volte che le previsioni sono cambiate improvvisamente nelle ore che precedono la sessione è impressionante! Anche se questo non permette di modificare il tempo stesso, è sempre meglio essere preparati, soprattutto se ciò significa portare con se impermeabili e strutture di protezione dall’acqua.

Caricate l’auto

A parte la borsa con le macchine fotografiche e il laptop, ha senso avere il resto dell’attrezzatura e qualsiasi altra cosa avete intenzione di utilizzare caricato in auto la notte prima. Questo non solo fa risparmiare tempo la mattina, ma vi fa cominciare la giornata in maniera più soft: meno sforzo fisico significa anche meno nervosimo!

Prendet nota di tutti i dettagli importanti

La tecnologia non sempre funziona, ed è per questo che dovreste annotare fisicamente (sul buon vecchio foglio di carta) tutti i dettagli importanti relativi alla sessione fotografica. Se il telefono è l’unico luogo in cui sono presenti tutti i numeri, i dettagli e gli indirizzi, è possibile che si verifichino problemi se il dispositivo smette di funzionare, si ritrovi con la batteria scarica o banalmente ve lo dimenticate da qualche parte. Per questo motivo il mio consiglio è di scriversi su un pezzo di carta i numeri di telefono e gli indirizzi, in modo di “poter fare a meno” della tecnologia, nel caso fosse necessario.

Ora, tutti questi suggerimenti non sono che semplici suggerimenti, ma vi possono aiutare a migliorare il vostro approccio alla sessione fotografica minimizzando i problemi che potrebbero derivare dalla fretta o dall’ansia del momento prima della sessione fotografica. Frapporre tra la preparazione e la sessione una notte di sonno vi permetterà di essere più freschi e preparati, soprattutto se siete sicuri di avere con voi tutto il necessario.