10 consigli di post produzione per foto grunge

553

La parola grunge è stata coniata dallo scrittore Paul Ramball e si riferisce al sottogenere del rock alternativo originario di Seattle negli anni ’80. Tuttavia, nel tempo, il termine grunge si è intrecciato con le arti visive.

Il grunge è diventato una tendenza popolare nel campo della grafica e della fotografia al giorno d’oggi, probabilmente perché fornisce un forte contrasto con l’aspetto semplicistico e minimale del Web 2.0 e la cosiddetta estetica di Apple. Il grunge è caratterizzato dal suo aspetto organico, realistico e robusto che si sente esposto alle intemperie e crudo.

Il look grunge può essere applicato sia alla ritrattistica che alla fotografia paesaggistica, il che lo rende molto versatile.

I seguenti 10 suggerimenti ti aiuteranno ad aggiungere un tocco grunge alle tue foto in post-produzione:

1. Creare e incorporare trame per realizzare foto grunge

Il grunge è tutto basato su trame potenti e grintose! Nel caso in cui le tue foto non presentino trame interessanti, puoi comunque incorporarle nella post-produzione. Questo non è un compito complicato ma al contrario è alla portata di tutti. Quando si maneggiano le trame, è necessario utilizzare solo alcuni strumenti: forme semplici, metodi di fusione e maschere di livello. Puoi disegnare o colorare le trame da solo o scattare foto di trame accattivanti che ti piacerebbe usare nelle tue immagini grunge.

Le trame creano un grande contrasto e danno alle fotografie una sensazione di vita reale!

foto grunge
Un esempio di una trama grunge Pexels / Pixabay

2. Cerca le trame

Nel caso in cui non sei in grado di creare trame che ti piacerebbe usare nelle tue immagini grunge, non preoccuparti: ci sono molte trame che puoi trovare sul web e alcune sono libere da usare.

Presta attenzione alle trame 3D e alle trame metalliche, poiché sono perfette per le foto grunge.

foto grunge
kellepics / Pixabay

3. Aggiungi rumore e grana per le foto grunge

Aggiungendo una certa quantità di granulosità alle tue foto, le immagini sembreranno alterate e potrebbero assomigliare alle vecchie fotografie dei film. Questo tipo di effetto vintage sarà probabilmente adatto alle tue foto grunge, quindi provalo.

Ci sono molte app che possono aiutarti ad aggiungere grana alle tue foto se non sei troppo interessato a Photoshop e Lightroom.

4. Capire la regolazione delle curve

Regolare le curve della tua foto è un modo relativamente semplice ma potente per cambiare l’intera atmosfera della fotografia.

Puoi iniziare dissolvendo i punti salienti della tua foto e enfatizzando le ombre. Questo passaggio porterà una certa sensazione “underground” alla tua foto e funzionerà benissimo con i ritratti!

5. Aggiungi un filtro fotografico

I filtri fotografici sono un modo sottile per cambiare l’umore delle tue foto. Puoi abbinare i colori delle vecchie fotografie dei film se sai come usare correttamente i filtri fotografici.

I vecchi film/pellicole hanno spesso una tonalità rosa prominente a causa dello sbiadimento del colore. Quello che è realmente accaduto è che due dei tre strati di tintura colorata (ciano e giallo) si sono sbiaditi, lasciando il magenta alla tonalità prominente.

Puoi aumentare la densità del colore del magenta nelle foto del tuo grunge per questo “effetto rosa”: è meglio del 7-14%.

6. Aggiungi una mappa sfumatura

Se non usi mai le mappe sfumate nella tua routine di fotoritocco, le foto in formato grunge potrebbero essere l’occasione perfetta per sperimentare questa feature. Per i principianti, puoi selezionare il preset sfumatura con viola, verde e arancione.

Le mappe a gradiente appaiono migliori se usate con i metodi di fusione dei livelli come “schermo” e con l’opacità di circa il 25%.

Puoi regolare i colori della tua mappa sfumatura per emulare diversi tipi di pellicola: è possibile ottenere un aspetto caldo o freddo, a seconda delle tue preferenze.

7. Regola le impostazioni della vividezza

Puoi anche sperimentare la regolazione della vividezza nelle tue foto grunge. Ridurre o aumentare la vividezza e la saturazione può aggiungere un tocco inaspettato alle foto e migliorare la narrazione visiva.

Riducendo la saturazione si aggiungerà l’aspetto vintage analogico alle tue immagini, mentre l’aumento della vividezza ti aiuterà a mantenere la nitidezza dei colori.

8. Sperimenta con le conversioni in bianco e nero

Convertire la tua immagine in b & w non lo renderà necessariamente grintoso e crudo, ma se combini il bianco e nero con effetti aggiuntivi come il rumore o le sfumature, puoi ritrovarti con un’atmosfera grunge piuttosto unica.

Puoi anche provare a sostituire i toni del nero con i toni del marrone e del bianco con il giallo nelle foto del tuo b & w grunge. Questo trucco renderà le immagini meno brillanti e più ruvide!

9. Aggiungi sfocatura gaussiana

Dovresti usare la sfocatura gaussiana con parsimonia perché non vuoi che le tue immagini appaiano chiaramente sfocate – la chiave è la zona a fuoco

La sfocatura gaussiana può essere utilizzata per sfocare parti di un’immagine (come sfondi o distrazioni inutili) e per ammorbidire i bordi di una maschera di livello: offre molte opzioni creative che è possibile incorporare nelle immagini del grunge.

fotografia grunge
By: Hidi AndreiCC BY 2.0

Foto di Himanshu Singh Gurjar su Unsplash

10. Prova vari preset o app

Se non sei abbastanza sicuro delle tue abilità con Photoshop o se pubblichi le foto principalmente dal tuo telefono, ci sono varie app che possono produrre incredibili effetti grunge.

Uno dei prodotti più utilizzati è sicuramente Snapseed, ma in commercio ci sono altre ben note app per la fotografia grunge come PicGrunger (specializzato per effetti grunge), Mextures (ottimo per applicare trame e perdite di luce) e Pics Art Photo Studio (viene fornito con una vasta gamma di funzioni, strumenti e filtri in-app).

Nel caso in cui questo non fosse abbastanza per te e hai voglia di approfondire l’estetica del grunge, puoi trovare alcuni suggerimenti e trucchi interessanti ai seguenti link (in inglese):