Concorsi di fotografia e autostima

2

Concorsi di fotografia e autostima: c’è un legame molto forte? L’idea di tuffarsi a capofitto nel promettente oceano delle competizioni fotografiche può essere interessante. Immagina di essere circondato da ammiratori: fama e riconoscimenti in abbondanza per il tuo lavoro. Il pensiero è piuttosto allettante, non è vero?

Ma per la maggior parte di noi, quell’aura di successo si rivela poco più che un sogno. La maggior parte delle competizioni per la maggior parte dei fotografi e artisti si conclude con poco più di una lettera di rifiuto o un posto nella lista se sei molto fortunato. Ma difficilmente con un premio o una citazione.

Concorsi di fotografia e autostima
sardenacarlo / Pixabay

Concorsi di fotografia e autostima: cosa c’è da guadagnare?

Bene, per essere sinceri, c’è molto da guadagnare inserendo la tua fotografia in un concorso fotografico. E praticamente tutte le competizioni ti aiuteranno a crescere e migliorare come fotografo se rifletti sulle immagini che stai selezionando.

Puoi utilizzare le competizioni per diversi scopi: ad esempio, le competizioni locali di club o alcuni siti online possono essere utili per capire quali variazioni di immagini attraggono maggiormente le persone. Se sei un po’ bloccato con un’immagine, entrare in una competizione locale potrebbe aiutarti a vedere alcuni dei difetti del tuo scatto.

Premi, notorietà o auto-miglioramento?

In cima alla scala, ci sono enormi premi in denaro o in oggetti che si possono vincere attraverso concorsi fotografici. Ovviamente, non puoi semplicemente guadagnarti da vivere vincendo concorsi con le tue foto, ma il tipo di premi in denaro che alcuni concorsi ti ripagheranno sicuramente per un po’ delle tue spese di soggiorno. Peccato che per la maggior parte di noi, ciò che otteniamo è un pubblico più ampio e un migliore senso del nostro lavoro. E queste cose sono entrambe importanti per i fotografi a modo loro.

Avere un pubblico non è solo importante per i professionisti, ma può anche aprire tutti i tipi di porte ai dilettanti. Inoltre, per quanto a volte detestiamo ammetterlo, bei commenti e “mi piace” possono fare molto per farci sentire bene con il nostro lavoro.

Il processo di selezione delle immagini per partecipare a un concorso può essere estremamente potente per il tuo lavoro. Cercare di restringere tutte le foto che hai scattato in una manciata adatta a un breve è un processo difficile. Ma questo processo dovrebbe dirti qualcosa su di te e sul tuo lavoro, e forse anche spingere il tuo lavoro futuro in una direzione particolare.

Partecipare alle competizioni può essere un’ottima esperienza di apprendimento.

Concorsi di fotografia e autostima: proteggi la tua salute mentale

Non sempre vinciamo le competizioni, anzi, quasi mai. Certo, sarebbe impossibile per tutti vincere ogni competizione a cui hanno partecipato. Il vero problema è che non entrare nelle liste dei preferiti può essere difficile per la nostra salute mentale.

Devi assicurarti di partecipare alle competizioni per buoni motivi e non quelli che finiscono per abbassare il tuo umore quando devi affrontare il rifiuto. Trovare questi motivi può essere difficile anche per fotografi esperti.

Come approcciare allora i concorsi fotografici?

Pensa al motivo per cui stai partecipando alle competizioni

Ogni tanto mi piace rivedere quali sono con i miei obiettivi di competizione per assicurarmi di essere in pista e ti invito a fare lo stesso in questo momento. Prendi un blocco note e una penna e non impiegare più di cinque minuti annotare le ragioniper voler partecipare a concorsi.

Dopo aver impiegato un po ‘di tempo a fare quella lista, prendi un caffè e rivedila con attenzione. Prendi nota in particolare dei motivi che riguardano la tua autostima. Potrebbero essere ragioni come “Voglio vincere concorsi per dimostrare che non sono un cattivo fotografo”, o “Voglio vincere concorsi per dimostrare che vale la pena dedicare del tempo al mio hobby”.

Inquadrando le tue ambizioni in questo modo, sei pericolosamente vicino a legare la tua autostima fotografica (e personale) sul risultato della competizione. Svita la concorrenza e la tua autostima fotografica diminuisce. La fotografia dovrebbe essere piacevole e divertente a cui partecipare, e le competizioni dovrebbero supportarlo.

Stabilire obiettivi migliori

Cerca invece di concentrarti su obiettivi che non sono legati alla tua autostima. Affronta motivi più positivi per partecipare a concorsi come “Voglio partecipare a concorsi per aiutarmi a sviluppare la mia voce fotografica” o “Voglio partecipare a concorsi per incoraggiarmi a riprendere una più ampia varietà di soggetti”.

Questi obiettivi non sono solo molto più raggiungibili, ma non affrontiamo lo stesso tipo di calo dell’umore se finiamo per non vincere. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo perché il nostro obiettivo era semplicemente quello di perfezionare il nostro lavoro o sparare più varietà. Qualunque cosa aggiuntiva, come l’inserimento in una lista, è un bonus.

Non dimenticare di essere gentile con te stesso

Quando partecipi alle competizioni è importante essere gentili con te stesso. Vincere una competizione può essere una sensazione gloriosa, ma permetti anche a te stesso di fallire. Fallire è un tratto molto umano e non è qualcosa che riuscirai a scappare.

Abbi compassione di te stesso quando si verificano i minimi. Regalati qualcosa che ti piace fotograficamente, poi esci e porta in pista quegli obiettivi.

In definitiva, non devi permettere alle competizioni di avere potere su di te. Se i risultati delle competizioni si legano al valore della tua fotografia, allora sei su un sentiero roccioso che potrebbe finire per innamorarti della fotografia. E non saresti qui su questo sito se non amassi fare foto.

Trovare concorsi per partecipare

Se inizi a costruire la tua rete di fotografi che partecipano anche a concorsi, inizierai a conoscere le opportunità tramite il passaparola. Ma questo non è l’unico modo per trovare nuovi posti in cui inserire le tue fotografie.

Uso un servizio di Google chiamato avvisi per tenersi aggiornati su quali concorsi si stanno aprendo per le iscrizioni. Tutto ciò di cui hai bisogno è un account Google e puoi configurare il servizio per inviarti avvisi regolari ogni volta che raccoglie nuovi contenuti utilizzando le parole chiave che definisci.

Questi avvisi mi hanno portato a conoscere alcune interessanti competizioni fotografiche che altrimenti non avrei trovato.

Quindi le competizioni fotografiche fanno bene alla tua anima?

Secondo me, certamente possono farlo. C’è un legame diretto tra i Concorsi di fotografia e autostima. Sento che mi aiutano a sviluppare la mia pratica di fotografo, mi permettono di sperimentare liberamente e mi permettono di essere giudicato tra i miei coetanei. Queste tre cose sono molto importanti per me.

Le competizioni possono anche essere un’ottima occasione per incontrare nuovi fotografi e scoprire nuovi lavori. Andare al club della fotocamera locale o persino la mostra di una competizione più ampia può essere sia produttivo che emozionante!

Ma devi prendere delle misure per capire perché vuoi partecipare a concorsi con la tua fotografia e se partecipi per buoni motivi. Quando entri nell’arena della fotografia competitiva, devi prima di tutto prendere provvedimenti per proteggere la tua salute mentale e assicurarti di non metterti a rischio.