DxO in amministrazione controllata

28

Un recente rapporto di Camera Jabber indica che DxO Labs è stata posta in amministrazione controllata presso i tribunali francesi, il che di solito indica una società finanziariamente insolvente.

DxO Labs è il braccio software di DxO, società balzata agli onori della cronaca l’anno scorso per l’acquisizione della Nik Collection da Google.

Canon Rumors (qui l’articolo originale) aggiunge come questa azione è in preparazione alla profonda riorganizzazione dell’azienda. Va infatti ricordato che i Labs sono separati da DxO Mark, la società specializzata nell’eseguire i test di fotocamere e obiettivi.

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

DxO Labs

Sempre secondo Canon Rumors, questa è la risposta che un cliente di DxO Labs ha ricevuto ad una mail inviata alla società:

“Hello sir,

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

In fact, the company has recently been placed under a regime of judicial administration, the time to reorganize.

Although we can not comment on this situation, we can nevertheless assure you that the company is absolutely not in liquidation and that we are confident that our customers will not be affected by this procedure.”

 

----- annuncio pubblicitario ----- ----- annuncio pubblicitario -----

Che tradotto, diviene:

Buongiorno,
La società, è stata recentemente posta sotto il regime dell’amministrazione giudiziaria, è giunto il tempo di riorganizzarci.
Pur non potendo commentare questa situazione, possiamo comunque assicurarvi che l’azienda non è assolutamente in liquidazione e che siamo fiduciosi che i nostri clienti non saranno interessati da questa procedura”.

La notizia che DxO Labs stava acquistando la Nik Collection da Google è stata uno dei punti salienti dell’ottobre 2017. In moltissimi erano certi che Google avrebbe, prima o poi, sacrificato la Nik Collection (integrandola nei suoi prodotti e togliendola dal mercato)  e la mossa della società è stata vista con interesse da molti. DxO Labs ha inoltre promesso di sviluppare ulteriormente la collezione e di programmare un rilascio del nuovo software Nik Collection per quest’anno. O almeno questo era il piano originale.

Normalmente le imprese utilizzano la procedura di amministrazione controllata per riorganizzare o chiudere una parte dell’azienda stessa. Le voci sembrano indicare che DxO Labs si stia riorganizzando, il che potrebbe portare ad un’azienda più forte alla fine del processo. In ogni caso, siamo sicuri che gli utenti del software DxO Labs e i fan della Nik Collection gradirebbero ulteriori chiarimenti su quest’ultima mossa dell’azienda. Non ci resta che attendere nuovi sviluppi.