Fai da te: un portaobiettivi economico e pratico

0
3394

Gli obiettivi sono degli oggetti particolarmente fragili e delicati e, come tali, vanno trattati. Molto spesso, quando se ne compra uno, questi viene venduto con un portaobiettivi di stoffa: ottimo per preservarlo dalla polvere ma del tutto inutile se si cerca un minimo di protezione. Ovviamente è possibile acquistare una custodia rigida per un obiettivo e risolvere il problema, ma quando si ha a che fare con una buona quantità di obiettivi da proteggere potrebbe essere particolarmente dispendioso. Ed è qui che entra in gioco l’inventiva e, naturalmente, un minimo di manualità: realizziamo un portaobiettivi fai da te.

Costruire una custodia per proteggere lenti ed obiettivi è particolarmente semplice ed ha un costo irrisorio, inferiore all’euro. Come? Banalmente utilizzando materiali di risulta in casa ed acquistando al mercato quel poco che ci serve per completare il progetto.

La prima cosa di cui avete bisogno è una bottiglia di plastica, anzi due: procuratevi due bottiglie di plastica (vuote) di una misura sufficientemente ampia perché l’obiettivo che volte proteggere riesca a stare al loro interno. Quindi procuratevi del materiale spugnoso (l’imbottitura di un cuscino è anche sufficiente), del filo interdentale, un ago, un paio di forbici ed una cerniera.

Tagliare una delle bottiglie di plastica per una lunghezza leggermente maggiore a quella del vostro obiettivo, eliminando la parte alta della stessa. La seconda bottiglia dovrà essere invece tagliata a circa un centimetro dal fondo della stessa, dove in pratica la plastica comincia a curvare. Della seconda bottiglia “buttate” la parte più lunga e conservate solo il fondo.

Utilizzando la spilla o un ago, praticate dei buchi tutto intorno al bordo delle sezioni delle due bottiglie. I fori devono essere separati di circa mezzo centimetro.

Cucite la cerniera sulla bottiglia usando il filo interdentale (il filo interdentale è molto forte e resisterà bene a strappi) usando i fori che avete praticato in precedenza. Se il lavoro è ben fatto (magari un po’ di pratica sarà necessario, vi basta scucire il tutto e ricominciare) dovreste essere in grado di realizzare una bottiglia con “due fondi” ed una zip vicina ad uno di essi.

Copyright MarcellaHella (http://goo.gl/HbWWXX)
Copyright MarcellaHella (http://goo.gl/HbWWXX)

Passiamo adesso all’imbottitura. Tagliare due cerchi del materiale di riempimento che avete scelto di una dimensione pari alla circonferenza della bottiglia. Poi tagliate un pezzo rettangolare dalla lunghezza pari (magari più lungo di qualche centimetro) alla circonferenza della bottiglia: questo pezzo andrà avvolto dentro la bottiglia in modo da coprire completamente la parete della stessa. Inserite i due cerchi di imbottitura nella parte superiore ed inferiore del vostro porta-obiettivo e quindi inserire l’imbottitura rettangolare avvolgendo, come detto, il lato lungo della bottiglia in modo da coprire del tutto la trasparenza della plastica. Se avete a portata di mano della colla, mettetene un poco (il super attack è perfetto) alle estremità del rettangolo in modo che i due lati corti, una volta vicini, si attacchino e non si spostino.
A questo punto il lavoro è finito: avete creato un perfetto case per obiettivi, imbottito e quindi in grado di proteggere il vostro obiettivo.

Vi serve che sia anche impermeabile? Non dovete fare altro che impermeabilizzare la cerniera: procuratevi una camera d’aria (bucata anche) di una gomma di bicicletta, tagliatene un pezzo dalla lunghezza della circonferenza della bottiglia e cucite tra di loro i due estremi in modo da farne un cerchio. A causa della cucitura sarà leggermente più stretto della bottiglia ma essendo elastico sarà possibile allargarlo e farlo passare su di essa. Posizionate il cerchio di gomma sopra la cerniera in modo da coprirla del tutto e… voilà: la vostra impermeabilizzazione è completa!