Come realizzare un tavolo Still Life con meno di 5 Euro

0
5218

La fotografia still life è probabilmente una delle più comuni, soprattutto dopo il massiccio avvento di internet e dei negozi online. Una foto still life, per chi non lo sapesse, è la foto di un oggetto (o una persona) su fondo completamente bianco, priva anche di ombre. Questo tipo di foto si può ottenere in due modi: lavorando in post produzione (ma che fatica scontornare le foto, specie se sono tante) con effetti non sempre ottimali o facendo direttamente una foto still life, ovvero una foto su un fondale perfettamente bianco ed illuminato a dovere.

Se avete l’intenzione di fare molte foto del genere (e con molte intendo anche solo una decina) non bisogna fare altro che rimboccarsi le maniche, acquistare un po’ di materiale (il tutto si aggirerà sui 5€ se non di meno) e mettersi al lavoro per realizzare il nostro set still life.

Prima di tutto procuratevi dei grandi fogli bianchi (in cartoleria). Se non volete spendere troppo, la soluzione più comoda è la carta da regalo o i poster: sono sufficientemente spessi da avere un lato completamente bianco. Vi serviranno quindi una matita, del nastro adesivo, un righello, un paio di forbici e dei fogli A4 o A3 il cui scopo sarà quello di “diffondere” la luce esterna.


Ritagliamo due pezzi di foglio in modo da realizzare i due pannelli laterali. Disegnate e piegate i due come mostrato in foto:
Occhio che se avete usato della carta troppo leggera, può aver senso usare due fogli insieme invece che uno e raddoppiare il bordo piegato: in questo modo guadagneremo un po’ di resistenza maggiore. La soluzione migliore, ovviamente, è andare ad acquistare dei fogli di carta pesante, tipo quella che si usava per i disegni artistici alle scuole medie.

Una volta realizzata l’intelaiatura, praticate due fori nei due pannelli. Lasciate sufficiente carta/cartone per evitare l’afflosciamento della struttura: in questo caso sono stati conservati circa 2cm per lato.


Passiamo ora a realizzare il fondale. Nel mio caso è la carta da regalo, bianca da una parte e dorata dall’altra: Ne ho tagliato un pezzo lungo più della diagonale dei due pannelli laterali: una volta incollati alle guide (quelle che abbiamo piegato prima) mi ritroverò con un fondale non teso ma curvato: fate in modo che questa curva sia la più dolce possibile, è fondamentale per il buon risultato della foto. Altro consiglio: tagliate il fondale in modo tale che la curva sia all’altezza dell’angolo inferiore dei due pannelli laterali e non più sopra: in questo modo la luce del flash non passerà alle spalle del fondale rischiando di creare dei giochi di luce non desiderati.

Se tutto ha funzionato a dovere e la colla di fissaggio ha tenuto, l’effetto finale dovrebbe essere quello in fotografia. Rimane adesso da incollare un paio di fogli A4 o A3 (sottili!) a coprire le due finestre nei pannelli laterali: saranno i nostri diffusori.
Sistemiamo i flash o le luci fisse lateralmente…e siamo finalmente pronti a fare i nostri scatti di prova. Certo, ne andranno “sprecati” un po’ per trovare la giusta combinazione tra luce, apertura e tempi, ma alla fine il risultato sarà notevole: il blackberry qui di seguito è totalmente privo di ombre o altri segni. E senza usare Photoshop!
Previous articleCosa sono i siti Photostock o i Microstock
Next articleCCD vs CMOS: sensori a confronto
Fondatore di Fotografare in Digitale, ho sempre amato il mondo della fotografia e la possibilità di catturare un momento, un attimo, una sensazione tramite un semplice scatto. Nato come fotografo per caso quando misi le mani sulla mia prima Nikon D1, ho ampliato le mie conoscenze ed esperienze fotografiche, decidendo quindi di condividerle con chiunque fosse interessato alla fotografia. Sono un fotografo amatoriale di buon livello e continuo imperterrito a girare per le città con la fedele Nikon (ora una D800) appesa al collo.