Come fare fotografie ai Matrimoni: qualche consiglio

1
3763
Mani di Sposi

Ed eccoci alla guida in assoluto più spinosa e difficile: come fare le fotografie di un matrimonio. Il punto focale non è tanto la tecnica che deve essere utilizzata per poter realizzare questo tipo di foto, quanto la composizione. Se infatti qualche errore di luce o di colore può essere sistemato in post processing, sbagliare una composizione significa perdere una foto che non potrà mai essere più rifatta ed attirarsi l’ira degli sposi.

  • Prima di tutto, preparatevi una lista, possibilmente condivisa con gli sposi: quali sono le foto fondamentali? Con quali parenti vanno fatte le foto? Solo lo sposo o la sposa o entrambi? Una lista deve essere esaustiva, per cui attendetevi un centinaio e più di voci, da spuntarsi durante la giornata dell’evento.
  • Preparatevi alle foto sceniche: fate un sopralluogo nel posto scelto e fate degli scatti di prova, magari con un vostro amico che vi fa da soggetto. In questo modo, al momento delle foto, saprete dove e come sistemare gli sposi e voi stessi, con un grandissimo risparmio di tempo.
  • Fate un sopralluogo anche in chiesa e nella zona del ricevimento. Bisogna sempre conoscere il terreno su cui si sta giocando. Se avete tempo, partecipate alla prova generale del matrimonio e fate degli scatti di prova. In studio potrete individuare i posti migliori dove sistemarvi.
  • Preparatevi anche un set interno (come in un museo): nel caso di un diluvio almeno non restate con le mani in mano.

    Sposi Felici
  • A casa della sposa, non limitatevi a fotografare la sposa e basta. Il vestito sul letto, le scarpe ai piedi dello specchio, la mamma in lacrime hanno una forte emotività e sono molto apprezzate.
  • Fatevi assegnare un coordinatore dei familiari! Può sembrare strano, ma un project manager è fondamentale: tanti invitati, tanti parenti, ma chi deve fare le foto di essi? E dove sono? E come rintracciarli? Solo un parente può farlo, magari un bambino, quindi non esitate a chiedere agli sposi questo tipo di assistenza.
  • Definite lo stile delle foto con gli sposi. Mostrate il vostro, chiedete cosa vogliono. Foto serie? Scherzose? Artistiche? Sexy? Seguite le loro indicazioni alla lettera ed eventualmente aggiungete solo alcune foto fatte con il vostro stile. E’ il loro matrimonio….
  • Fotografate i dettagli, specie se aiutano i ricordi: una fede appoggiata sul cuscino rosso, la damigella che si aggiusta il vestito, il mazzo di fiori di fianco all’altare, il menu del ristorante….
  • Due macchine fotografiche sono un must, ovviamente con due focali differenti. Non avrete tempo per cambiarle, quindi meglio premunirsi. E ovviamente tante batterie di ricambio, soprattutto per i flash, rigorosamente remoti. E se potete portarvi un assistente per aiutarvi, specie con le luci remote, tanto meglio
  • Siate remissivi durante le fasi ufficiali (tipo la messa, scambio di anelli): voi siete solo il fotografo e non dovete turbare la situazione. Siate però comandanti durante le foto ufficiali: non abbiate timore di comandare sposo e sposa per le pose, posizioni, e via discorrendo
  • Foto in RAW.  Dovrete sicuramente lavorarci su in post produzione.
  • Fate tante foto in sequenza, specie dopoil “cheeeese”. Tante persone prendono delle pose innaturali davanti l’obiettivo. In condizioni di relax post-foto sicuramente avreste un migliore risultato. E soprattutto, risolvi il problema degli occhi chiusi!
  • Durante il tragitto dalla chiesa al ricevimento, se notate qualcosa di interessante quale uno stagno, delle rovine o roba simile, chiedete agli sposi di fermarsi: una foto in più insperata ed inusuale non è mai troppo. Anzi.
  • Il pranzo o cena nuziale
  • Non sempre il fotografo è invitato alla cena/pranzo. Se non lo è, basta fare alcuni scatti alla torta ed il lavoro è finito. Se invece siete invitati, il lavoro è parecchio: sposi che mangiano, tavolate di amici e parenti. E se aggiungeste un tocco di originalità e professionalità? Perché non provare ad allestire un set fotografico per ritratti in una saletta limitrofa? Non potete immaginare quante persone, in nome della “grauità”, ne approfitterebbero. Un buon modo per fare bella figura e per farsi pubblicità gratuita.
  • Il prodotto finale: non solo album, ma soprattutto DVD o chiavette. Foto, presentazioni powerpoint, sbizarrite la vostra fantasia. Un album costa soldi, un prodotto digitale pochi spiccioli.

Volete qualche consiglio per la lista delle fotografie da fare? Eccone qua una che ho usato durante una delle mie esperienze:

    • Sposa in casa (20-30 min.)
      • Preparazione, sistemazione velo
      • Genitori
      • primo piano sposa (testa e spalle + totale)
      • Testimoni
      • Sposa e testimoni
      • Sposa e testimone della sposa
      • La sposa e la famiglia al completo
      • famiglia al completo
      • Madre e sposa
      • Padre e sposa
      • Fratelli / sorelle e sposa
      • Genitori e testimoni
      • Famiglia, sposa e testimoni
    • Arrivo in Chiesa(20-30 min.)
      bouquet
      • Arrivo Sposi
      • Sposo con miglior amici
      • Sposo con testimone
      • Sposo con la famiglia totale
      • Lo sposo con i genitori
      • Lo sposo con fratelli / sorelle
      • Genitori dello sposo
      • Lo sposo con i nonni
      • Sposo foto testa e le spalle, e persona completa
      • Sposo e testimone in attesa
      • Sposa in  arrivo
      • In attesa di entrare in chiesa con il padre…
      • Con il prete
      • Camminata per il corridoio
    • Registri firma (5 min.)
      • Sposa firma
      • Sposo firma
      • Foto di gruppo sposi con testimoni
    • Uscita dalla chiesa ( 10/20 minuti)
      • Uscita dalla chiesa
      • lancio del riso.
      • riso
      • Lanciatori di riso
      • Sposi in auto nuziale
      • partenza auto nuziale.
    • Grandi gruppi (5-10 min.)
      • focus su giovani, malati, anziani o disabili
      • Intero gruppo preferibilmente da pisizione molto in alto
      • Amici
      • Famiglie insieme
      • famiglie separate
    • Famiglie (5-20 min.)
      foto di Vittore Buzzi
    • Mamme, papà, fratelli e sorelle con la sposa e lo sposo
    • Mamme e papà con la sposa e lo sposo
    • Primo gruppo di genitori con la sposa e lo sposo
    • primo gruppo genitori con fratelli / sorelle
    • Secondo gruppo di genitori con la sposa e lo sposo
    • Secondo gruppo di genitori com fratelli / sorell
  • Festa nuziale (5-10 min.)
    • Sposa e lo sposo con testimoni
    • Sposa e sposo ai vari tavoli
    • Sposa e sposo mentre mangiano
    • sposo e sposa mentre brindano
    • sposo e sposa metre tagliano torta
  • Ritratti sposa e lo sposo (5-10 min.)
    • Coppia completa, mezzbusto, testa e spalle, di lato, di dietro
    • Testa e le spalle della sposa
    • Testa e spalle del sposo
    • Foto do bouquet, anelli , torta, cibi
Album Fotografico
Previous articleCome fotografare i Fulmini
Next articleCome Fotografare Alba e Tramonto
Fondatore di Fotografare in Digitale, ho sempre amato il mondo della fotografia e la possibilità di catturare un momento, un attimo, una sensazione tramite un semplice scatto. Nato come fotografo per caso quando misi le mani sulla mia prima Nikon D1, ho ampliato le mie conoscenze ed esperienze fotografiche, decidendo quindi di condividerle con chiunque fosse interessato alla fotografia. Sono un fotografo amatoriale di buon livello e continuo imperterrito a girare per le città con la fedele Nikon (ora una D800) appesa al collo.

Comments are closed.