Come fotografare gli animali domestici

0
1164

Chi di noi non ha colto almeno una volta l’occasione di fare delle foto al nostro amico a quattro zampe? La voglia di riempire di foto i nostri animali domestici o quelli dei nostri amici o parenti è spesso più forte di noi. Ma quanti di noi sanno realmente come fotografare gli animali domestici?

Se volessimo spingerci ad un altro livello, fotografando questa tipologia di soggetti tramite una reflex e immortalarli in tutto il loro splendore, ci sono alcuni piccoli consigli da seguire per potersi comportare nel modo giusto in tutte le situazioni e sapere sempre come muoverci in qualsiasi ambiente e con qualsiasi tipo di animale a fare da soggetto.

Vediamo insieme questa serie di consigli che ci aiuteranno ad ottimizzare al meglio i nostri scatti!

Come fotografare gli animali domestici: entra in sintonia con loro

Così come gli esseri umani, anche gli animali devono poter avere i loro spazio e devono sentirsi a loro agio. Quando sono in questa condizione, danno il meglio di loro e diventano estremamente espressivi. Ecco perché con il giusto tempismo e i giusti spazi, potresti riuscire a catturare qualche momento davvero interessante.

Come fotografare gli animali domestici
By: Nicci RomanovskyCC BY 2.0

Potresti coglierli di sorpresa mentre giocano con il loro giocattolo preferito, mentre si fanno coccolare o mentre dormono beati e contenti. Fa sempre in modo che siano a loro agio e cerca quello scatto in grado di trasmettere qualcosa, oltre che semplicemente di mostrare un animale, per quanto bello esso possa essere.

La pazienza è la virtù dei forti

Avere pazienza è una delle doti essenziali in fotografia. Essere frettolosi e scattare a destra e a manca non porterà a nulla di fatto, se non in alcuni rari casi fortunati. Cerca sempre di attendere il momento giusto invece di affannarti a scattare foto a raffica che, con tutta probabilità, butterai nel cestino.

Specialmente se stai scattando foto ad un animale che non ti conosce bene, dovrai attendere che si abitui alla tua presenza e si senta rilassato. Solo così riuscirai ad ottenere ottimi scatti in cui si noterà che l’animale è tranquillo e ben disposto nei confronti del fotografo.

Come fotografare gli animali domestici
By: Virginia State ParksCC BY 2.0

Come fotografare gli animali domestici: abbassati al loro livello

Nel momento in cui cerchi di ottenere qualcosa di diverso dagli scatti verso i tuoi animali domestici, dovresti puntare tutto sul cambio di prospettiva: è quello che potrebbe fare la differenza tra uno scatto “comune” e monotono e uno scatto particolare, interessante, in grado di mostrare le cose da un punto di vista insolito.

E’ per questo che ti consiglio di abbassarti al livello di altezza dell’animale che stai per immortalare, a costo di sederti o sdraiarti per terra: questa piccola fatica in più sarà ampiamente ricompensata dall’effetto, in quanto ognuno di noi è abituato a guardare gli animali sempre dall’alto verso il basso mentre, in questo caso, si potrebbero scoprire espressione e particolare a cui non siamo abituati di solito.

La cosa essenziale è mettere gli occhi del soggetto bene a fuoco, per massimizzare l’effetto. E dimenticavo, se necessario sii tu a muoverti nell’ambiente e non aspettare solo che sia l’animale ad avvicinarsi a te.

By: Alex McClungCC BY 2.0

Cogli l’attimo

Mai nessuna “legge empirica” è mai stata più adatta di questa quando si parla di fotografia. E’ essenziale essere sempre pronti a cogliere quell’attimo fuggente che non si ripeterà presto e facilmente. In questo modo godremo di scatti decisamente poco scontati e che piaceranno sicuramente al proprietario dell’animale (nel caso non fossimo noi).

Chiamare il nostro amichetto quando meno se lo aspetta e riprendere quell’attimo in cui si gira di scatto quasi chiedendosi cosa sta succedendo, genererà scatti dal notevole e piacevole impatto, immortalando una scena che è difficile cogliere nella fretta della vita quotidiana.

Come fotografare gli animali domestici: cercate sempre di sfruttare la luce naturale

Ci sono degli ottimi motivi per non utilizzare il flash quando ci si accinge a fotografare degli animali, ma ci sono ancora più motivi per sfruttare l’illuminazione naturale del luogo in cui ci si trova. In ciascun ambiente, l’abilità del fotografo sta nel riuscire a capire da dove proviene la luce e come utilizzarla all’interno della composizione.

Se sei in un ambiente chiuso, sfrutta le superfici vetrate per incanalare la luce senza però che sia mai eccessiva nello scatto, così da riprodurre fedelmente i colori e le forme del soggetto.

Se lo conosci, lo eviti

Come abbiamo appena accennato, il flash è assolutamente da evitare in questo tipo di fotografia. Si rischia infatti di ottenere dei colori sfalsati, eccessivamente bruciati dall’effetto del flash.

Un’altra cosa negativa che potrebbe accadere utilizzando il flash (e accade quasi sempre, statene certi) è che l’eccessiva luce accechi il povero animale che si troverà a chiudere gli occhi, a girare la testa o comunque ad avere uno sguardo innaturale.

Oltre a tutto questo, la possibilità di ottenere strani riflessi negli occhi è estremamente elevata e questo potrebbe definitivamente rovinare lo scatto.

Come fotografare gli animali domestici
By: Leandro MartinezCC BY 2.0

Prepara le giuste impostazioni di scatto

Se si ha a che fare con un animale che si muove lentamente e in maniera furtiva, potremo giocare questa carta a nostro vantaggio, impostando tempi di esposizione leggermente più lunghi e potendo giostrare così a nostro piacimento l’apertura del diaframma e la conseguente profondità di campo. In questo modo potremo, inoltre, gestire nel migliore dei modi l’illuminazione della scena.

Se, al contrario, il tuo soggetto si muove a scatti o comunque molto rapidamente, i settaggi migliori sono quelli che prevedono tempi di esposizione molto rapidi, magari associati alla modalità “burst” che permette una serie di scatti consecutivi. In questo modo, anche se non ci si potrà concentrare al meglio sulla profondità di campo e sulla luce, si potranno immortalare scene di durata brevissima, altrimenti impossibili da ottenere.

Inserisci anche dei soggetti umani nella composizione

Effettuare dei veri e propri ritratti di animali domestici è assolutamente appagante e può generare ottimi risultati e ottimi scatti. Se ci si vuole spingere oltre il semplice ritratto, si può studiare una composizione all’interno della quale compaiono anche delle persone che sono in confidenza con il nostro soggetto.

Riprendere un gatto o un cane accoccolati sulle gambe del proprio padrone mentre dormono beati, oppure immortalare un animale che gioca con un bambino o un altro soggetto, potrebbe generare scatti dinamici e di grande impatto visivo, rendendo la scena più naturale e confortevole.

Con la giusta dose di pazienza e di rapidità, in tempi non molto lunghi, sarà possibile raggiungere ottimi risultati e immortalare i nostri cari amici “pelosetti” nel modo più degno di loro!

Previous articleProgetto 100 fotografi: Davide Garrone
Next articleProgetto 100 Fotografi: Anastasia Brunetti
Nato come grafico, mi sono subito appassionato al mondo del foto ritocco, quando il mio unico mezzo fotografico era il mio cellulare (ormai non era più tempo di scattare con i rullini, il mondo digitale aveva preso il suo monopolio). Ho iniziato gradualmente ad apprezzare sempre di più quest’arte quando ho avuto per le mani la mia prima bridge Fujifilm con cui ho sperimentato diversi stili di fotografia. Al momento sono inseparabile dalla mia Nikon che, nonostante sia un’entry level, mi ha aperto una nuova finestra sul mondo.