Come si fotografa una silhouette

La silhouette è un particolare tipo di fotografia dove non viene applicata quasi alcuna regola della fotografia, soprattutto quelle relative all’istogramma e alla sua “pulizia” (un istogramma dovrebbe essere privo di picchi, in teoria). La tecnica fotografica della silhouette, come detto, rompe gli schemi, presentandoci fotografie ad altissimo contrasto, del tutto prive (o quasi) di dettagli e scattate in controluce.

Cose che parrebbero essere tremende, ma che sommate tutte insieme danno degli effetti straordinari come le fotografie riportate in questo tutorial.
Facciamo caso alla fotografia in alto a sinistra, la statua della Libertà: non genera più sensazioni vedere la vecchia signora lì, tutta scura, contrastata su un tramonto rosso che baciata dal sole e nel suo solito colore azzurro/verde? Magari manca di particolari, ma è senz’altro più romantica.
La tecnica della silhouette è anche usata di frequente per il vedo/non vedo dei nudi, come l’ultima foto del tutorial: indipendentemente dal senso artistico della fotografia, con la silhouette si riesce ad avere una visione d’insieme molto più morbida, assolutamente non volgare, del soggetto fotografato.
Per quanto riguarda la vera e propria tecnica fotografica, vi sono due possibilità: effettuare uno scatto in casa (in un ambiente a luce controllata), oppure all’aperto. Nel primo caso le cose saranno molto più semplici: è sufficiente una finestra aperta in un ambiente non luminoso per ottenere un ottimo risultato.
Silhouette Deserto
Provate ad abbassare un po’ la tapparella in modo da scurire la vostra camera e mettete un soggetto dinanzi alla finestra. Quindi scattate: la foto sarà immediatamente riuscita, anche se non particolarmente bella!
Sempre in casa, procuratevi dei faretti o anche delle torce, sistemate dietro al soggetto e posizionate il soggetto davanti ad un muro bianco: l’effetto sarà simile a quello della finestra ma almeno avrete reso la foto più pulita e sicuramente più gradevole da vedere.
Silhouette Deserto
 Fotografare all’aria aperta è, come dicevo, complicato: il sole è una brutta bestia in quanto non solo è una fonte di illuminazione diretta…ma illumina anche tutto il “contorno”. L’unico modo per riuscire a fare una silhouette in pieno giorno è imitare la foto qui sotto: il sole deve colpire il vostro obiettivo, in modo da “bruciare” parte dei dettagli, soprattutto di chi è più vicino alla fotocamera. Come il soggetto che sta saltando.
Per essere invece più pratici, basta attendere l’alba o il tramonto: la luce è scarsa e la fonte di illuminazione non fortissima. Uno scatto in queste condizioni contrasterà tantissimo e sicuramente vi darà i risultati migliori.
Quali parametri utilizzare? Dipende come al solito dalla situazione in cui vi trovate. La regola principale è quella, in ogni caso, di non appiattire troppo l’immagine: ciò significa che una buona foto vi verrà con il diaframma non troppo aperto, diciamo intorno a f/8. Per mantenere questo diaframma quindi, avete due necessità: un obiettivo luminoso (tipo quelli a focale fissa) o una situazione in cui la luce non sia troppo bassa, quindi non troppo presto all’alba e non troppo tardi al tramonto (pena apertura del diaframma).
Silhouette of Dancer Jumping Over Atlantic Ocean

La fotografia qui sopra, per esempio, è stata scattata con un 35mm e con f/32 (causa il sole diretto).

 Nessun problema per la velocità di scatto: fatela regolare alla macchina una volta fissata l’apertura e ricordatevi sempre che, nel caso del movimento (tipo i salti di sopra) avrete bisogno di una velocità maggiore rispetto alla silhouette della città che vede qui sotto.
New York Silhouette
 Per il resto, è tutta una prova: dopo una decina di scatti, sarete in grado di fare delle ottime foto.
Adrianne Curry Silhouette
Articolo precedenteCome disegnare con la luce
Articolo successivoCome fare fotografia sportiva: qualche consiglio
Fondatore di Fotografare in Digitale, ho sempre amato il mondo della fotografia e la possibilità di catturare un momento, un attimo, una sensazione tramite un semplice scatto. Nato come fotografo per caso quando misi le mani sulla mia prima Nikon D1, ho ampliato le mie conoscenze ed esperienze fotografiche, decidendo quindi di condividerle con chiunque fosse interessato alla fotografia. Sono un fotografo amatoriale di buon livello e continuo imperterrito a girare per le città con la fedele Nikon (ora una D800) appesa al collo.